Alfa Romeo Stelvio: in attesa di Los Angeles nuove foto spia

Alfa Romeo stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Nelle scorse ore il sito di ‘Quattroruote’ ha mostrato nuove inedite foto del muletto camuffato del nuovo suv italiano Alfa Romeo Stelvio, il primo della sua specie della gloriosa casa automobilistica del Biscione. Le immagini mostrano quello che sembra essere la versione definitiva di questo veicolo, che come ormai tutti sappiamo, sarà mostrato in anteprima il 16 novembre in occasione del Los Angeles Auto Show. Nel corso della stessa manifestazione, sempre a proposito del gruppo Fiat Chrysler Automobiles, quasi certamente sarà mostrato anche il nuovo Suv Jeep Compass 2017. Si tratta di immagini provenienti dall’Italia, che ritraggono ancora una volta in strada il nuovo veicolo che rappresenterà l’autentica cartina tornasole delle ambizioni del brand milanese, che vuole rilanciarsi in grande stile nel mondo dei motori dopo anni difficili.

Alfa Romeo Stelvio: quello che notiamo dalle ultime foto spia

Alfa Romeo Stelvio è un veicolo pensato per fare bene in mercati fondamentali come quello americano, dove il noto brand di Fiat Chrysler Automobiles da molti anni fa fatica a emergere. Andando a guardare con attenzione le immagini che ci vengono proposte da ‘Quattroruote’, notiamo subito che i gruppi ottici posteriori a Led, presentano un design con un taglio che ricorda molto da vicino quello della berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia. La parte posteriore del veicolo è certamente la più interessante. In essa infatti è possibile notare l’inclinazione del lunotto e il taglio sportivo e i terminali di scarico di grande diametro integrati nel paraurti.

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Leggi anche: Abarth e Fiat: presenti al Salone auto di Parigi con la gamma al completo

Sempre a proposito di queste immagini spia di Alfa Romeo Stelvio, notiamo come la zona del montante posteriore non sia ancora visibile in maniera perfetta, ma nonostante ciò è possibile intuire il taglio dei cristalli laterali e della portiera posteriore di questo veicolo che nei prossimi mesi è destinato a far parlare a lungo di se’ appassionati e addetti ai lavori. I cerchi in lega di ridotto diametro e con pneumatici dalla spalla abbastanza alta fanno capire che questo nella foto non è un modello top di gamma.

Infine per quanto riguarda le motorizzazioni, questo modello avrà molto in comune con la berlina di fascia ‘D’ Alfa Romeo Giulia. Anche per questo modello è previsto l’arrivo di versioni con trazione integrale Q4, oltre alla Quadrifoglio che sarà la top di gamma e avrà a disposizione il motore V6 2.9 litri da 510 cavalli, lo stesso della Giulia Quadrifoglio. Con la berlina, lo Stelvio condividerà anche la medesima piattaforma modulare ‘Giorgio’ e lo stesso stabilimento di produzione, che sarà Cassino.