Fiat Chrysler scelta in Canada per svolgere un ruolo importante

Fiat Chrysler Automobiles
Fiat Chrysler Automobiles

Il sindacato canadese Unifor ha annunciato oggi di aver scelto Fiat Chrysler Automobiles per avviare negoziati per la firma di un contratto collettivo. Questo avviene dopo che Domenica scorsa lo stesso sindacato ha raggiunto un accordo con General Motors. Unifor, che rappresenta più di 23.000 dipendenti del settore automobilistico in Canada, ha detto in un comunicato che i negoziati con Fiat Chrysler Automobiles inizieranno immediatamente una volta che i lavoratori GM ratificheranno l’accordo raggiunto con la società.Il voto tra i lavoratori di GM è in programma per Domenica.

Fiat Chrysler: il sindacato Unifor vuole avviare con lei i negoziati

Il presidente di Unifor, Jerry Dias, ha detto che se i membri sostengono la raccomandazione e approvano il nuovo contratto collettivo di quattro anni, si concentrerà “immediatamente nelle trattative con Fiat Chrysler Automobiles”. L’accordo con General Motors è stato raggiunto a mezzanotte di Domenica, pochi minuti prima della conclusione del termine dato dalla Unifor per la firma di un nuovo contratto collettivo. I lavoratori di General Motors avevano già approvato lo sciopero qualora un accordo non fosse avvenuto alla mezzanotte di Domenica. Unifor aveva stabilito che il primo obiettivo dei negoziati con case automobilistiche statunitensi sarebbe stata General Motors.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Veloce, tanti cavalli e trazione integrale a Parigi 2016

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Ecco le richieste di Unifor alle case automobilistiche

Seguendo la tradizione americana, dopo che è stato trovato un accordo con GM, Unifor ha scelto questo accordo come modello da seguire nei negoziati con Fiat Chrysler e FordL’accordo con GM è stato reso possibile dal produttore, che ha promesso di garantire la produzione degli stabilimenti di montaggio, che si trova nella città canadese di Oshawa, a circa 60 chilometri ad est di Toronto. GM investirà più di 500 milioni di dollari nei suoi stabilimenti canadesi per mantenere i livelli occupazionali attuali. In cambio,  Gm ad Unifor ha chiesto di modificare alcune condizioni dei contributi aziendali per quanto concerne i piani di pensionamento per i loro dipendenti.