Maserati: vendite a razzo in un’importante zona del mondo

Maserati Levante
Maserati Levante

Arrivano notizie positive dal mondo dei motori per la celebre casa automobilistica del Tridente. Appena cinque mesi dopo la nomina di un nuovo capo, Maserati ha annunciato oggi un aumento del 42,5 per cento negli Emirati Arabi Uniti, per quanto concerne le vendite di agosto, rispetto a quanto realizzato nello stesso mese del 2015 e un aumento del 75 per cento per l’Arabia Saudita. Questo rappresenta uno dei più grandi mercati per le automobili di lusso in quella zona del mondo. La celebre casa automobilistica italiana ha registrato un aumento del 38 per cento per il Medio Oriente, India e Africa nel suo complesso per il mese rispetto ad agosto 2015. Questo risultato è merito soprattutto del nuovo Suv Maserati Levante. 

Ottimi risultati dal mercato globale per Maserati

L’Italia è ancora una volta il più grande mercato europeo della società, con 97 nuove registrazioni al mese scorso, con un incremento del 273 per cento rispetto ad agosto dello scorso anno. Questo porta il totale di veicoli immatricolati da Maserati in Italia nei primi otto mesi dell’anno in corso a 1.050, e un aumento del 9 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015. Il marchio ha registrato una crescita continua in tutti i principali mercati europei: Regno Unito, Germania, Belgio, Olanda, Francia, Svizzera e Spagna. L’azienda ha detto che 4.180 vetture sono state registrate dall’inizio del 2016, con un aumento medio del 6 per cento rispetto ai primi otto mesi del 2015.

I miglioramenti di Alfa Romeo e Maserati arrivano dopo il cambio al vertice

“Questo riflette chiaramente il successo del Levante, la prima Maserati SUV, che è già andata in vendita su un gran numero di mercati”, ha detto la società. “Le prestazioni delle berline Maserati, Quattroporte e Ghibli,  sono state particolarmente positive nel Regno Unito, con un aumento del 52 per cento delle vendite rispetto allo stesso mese del 2015, le vendite del SUV Maserati sono  iniziate in questo mercato nello scorso trimestre. “L’aumento delle vendite di agosto arriva due mesi dopo che Fiat Chrysler Automobiles ha sostituito Harald Wester come amministratore delegato di Alfa Romeo e Maserati. Reid Bigland, il capo delle vendite di Fiat Chrysler negli Stati Uniti e Ceo di FCA in Canada, è stato nominato amministratore delegato di Alfa Romeo e Maserati alla fine di maggio.

Leggi anche: FCA: Reid Bigland nei guai per le alterazioni nei dati di vendita negli Usa?

Maserati-Levante

Wester ha pagato ritardi e risultai deludenti dei mesi scorsi

Harald Wester ha probabilmente pagato le battute d’arresto che i due brand di FCA hanno subito, tra cui ritardi nel lancio di nuovi prodotti e risultati finanziari deludenti. Alfa Romeo ha lottato molto negli ultimi anni per riprendersi dopo un periodo molto negativo. Il marchio è riuscito a fare notevoli passi avanti contro la forte concorrenza di BMW, Audi e Mercedes, nel segmento premium del mercato auto, grazie alla nuova berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia. Anche l’espansione di Maserati è considerata assolutamente fondamentale visto e considerato che il segmento delle vetture di lusso sembra in rapida espansione in paesi come appunto gli Emirati Arabi. 

Entro la fine dell’anno Levante sarà disponibile in tutto il mondo
 Maserati Levante sarà disponibile nel resto del mondo entro la fine dell’anno, ha detto la società. Il lancio è arrivato con un anno di ritardo e viene fornito un decennio dopo la presentazione del crossover come concept car. Della promozione di Reid Bigland a capo di Alfa Romeo e Maserati, Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat, ha dichiarato: “È giunto il momento  che i nostri sforzi siano diretti verso l’espansione commerciale globale di questi due marchi e non mi viene in mente nessuno migliore di Reid Bigland per fare questo.
  • vincenzo

    Non vi sembra di peccare di adulazione, e di essere quanto mai ingiusti nei confronti dell’ ing. Harald Wester, che è “IL PROGETTISTA DI QUESTI CAPOLAVORI DELLA TECNICA AUTOMOBILISTICA”, a differenza di Reid Bigland che è poco più di un propagandista? L’ing. Harald Wester ha l’enorme merito di aver progettato sia le Maserati sia la nuova Giulia Alfa Romeo e dunque, di aver creato dei prodotti di elevata qualità. Le automobili si vendono se sono ben progettate ed hanno prestazioni di elevato livello, preferibilmente se hanno prestazioni da primato, e non solo grazie ad una pubblicità tambureggiante! La pubblicità anche insistita non fa presa sui consumatori avveduti se l’auto pubblicizzata non è stata ben progettata e non ha elevate prestazioni dinamiche! VINCENZO

    • ILKönz

      Beh non per qualcoisa, ma Wester si è fatto le ossa in VW, ovvio che ne sappia di automobili.
      A me non è mai piaciuto come AD di Alfa e Maserati, in molte interviste sparava balle a volte imbarazzanti per questioni di marketing, ma come ingegnere ha sempre saputo il fatto suo. Purtroppo per lui, l’unica volta che ha osato dire la verità, ovvero che la Giulia sarà la rovina o la salvezza di Alfa e che non ci saranno altre occasioni di rilancio, è stato degradato di ruolo dal dittatore in maglione.
      Bigland in confronto a Wester è un venditore porta a porta, ma immagino che al merdonne piaccia proprio per questo. Spiriti affini!

      • gil upnatistim

        Beh Konz .. non replico non scendo a volgarità (merdonne.. ma suvvia, ma che persona sei ?). Contento tu.

        • Gianni Polimeni

          Che persona è? Un impiegato VW, non l’avevi capito? Guarda tutti i commenti che fa in ogni servizio. Tutti tesi a magnificare i prodotti del gruppo VW, definiti il massimo della perfezione umana!!!!

          • remo bianchi

            Ci sono elementi che non sanno a cosa serve un commerciale.Poveri loro.

            • vincenzo

              Benvenuto, Remo Bianchi, in questa discussione sul tema delle migliori qualità, culture e competenze che deve necessariamente avere colui che merita di svolgere il ruolo di CEO-amministratore delegato di due grandi marchi automobilistici dal “cuore sportivo” di una grande industria automobilistica quale è FCA ovvero di dirigere tutto l’organigramma di Maserati ed Alfa Romeo. Alla luce della sua stessa affermazione, “poveri loro” , il suo brevissimo messaggio-commento risulta una incompiuta, da completare e chiarire a me ed agli altri partecipanti alla presente discussione. In verità, personalmente non sono tanto presuntuoso da pensare di sapere tutto e pure benissimo, tanto da non aver bisogno di insegnamenti da chi ne sa più di me. Non lavoro in un ambiente industriale e/o del grande commercio, per cui ho bisogno di apprendere da chi in tali ambienti vive e lavora. Infatti, il mio commento del 19/24 settembre u.s. pone degli interrogativi e non è una affermazione saccente! Pertanto, le sarò grato se vorrà cortesemente spiegare e chiarire a me ed agli altri commentatori/lettori, con chiarezza e competenza, “a cosa serve un commerciale” in una industria ed in particolare in una industria automobilistica. Il suo commento, infatti, mi fa supporre che lei sia un competente in materia. Sono curioso ed anche desideroso di aumentare il mio sapere, perché non pongo limiti al mio apprendimento. Peraltro, lei dovrebbe pure giustificare quel “poveri loro” con cui ha concluso il suo breve commento indirizzato a Gianni Polimeni. La ringrazio sin d’ora se vorrà darmi qualche utile insegnamento chiaro ed esauriente, che peraltro risulterà utile anche agli altri commentatori. Cordiali saluti. Vincenzo.

              • Gianni Polimeni

                Premesso che il mio commento era rivolto al solito ILKönz, dichiaratamente un impiegato VW o roba del genere, vorrei esprimere il mio pensiero. Visto che ormai da quasi 40 lavoro nel campo informatico e sono arrivato al grado di dirigente, credo di avere una certa esperienza, almeno come cliente. E credo che esistano due figure ben precise: il tecnico ed il commerciale. Il teecnico deve seguire tutte le fasi della progettaione e della produzione. Il commerciale entra in gioco al momento di definire le strategie di vendita, dell’analisi delle aspettative dei clienti, della definizione dei modelli e delle analisi di costi/benefici. Per cui i tecnici facciano le auto, dietro impute dei commerciali e questi facciano i venditori.

        • Paolo Guidi

          Lascialo perdere è un demente esaltato pronto ad offendere chiunque non la pensi come lui . Si commenta da solo , tempo sprecato

        • umberto

          È solo un bimbo che scrive stupidate…. Semplicemente quello!

      • vincenzo

        Condivido in buona misura nel merito il suo giudizio. Infatti, va tenuto ben presente che la società FCA non si è limitata a nominare DIRETTORE DEL MARKETING l’abile venditore Reid Bigland, ma lo ha nominato CEO – amministratore delegato di Maserati ed Alfa Romeo, e dunque, lo ha posto al vertice delle due aziende, rimuovendo un ingegnere progettista del valore di Harald Wester. Dobbiamo, allora, dedurre che i prossimi modelli di Maserati ed Alfa Romeo, come pure lo sviluppo dei modelli esistenti e futuri, verranno scelti da un commerciale come Reid Bigland, ancorché bravo a vendere ma certo non a progettare. Dobbiamo allora dedurre anche che un COMMERCIALE, bravo a vendere ma non a progettare automobili degne del marchio Maserati ed Alfa Romeo, è considerato dalla società FCA più bravo di un ingegnere progettista del valore di H. Wester nella scelta delle automobili Maserati ed Alfa Romeo da proporre alla clientela di questi due prestigiosi marchi di auto “con cuore sportivo” ed ai consumatori che potrebbero divenire nuovi clienti? Inoltre, non si può sostenere che “nessuno giudica MALAMENTE H. Wester”, perché di fatto la società FCA ha rimosso l’ing. Harald Wester dal suo incarico di A.D. di Maserati ed Alfa Romeo e dunque, proprio la società FCA lo ha giudicato negativamente. Altrettanto dicasi per l’articolo oggetto del mio commento, visto che l’articolista scrive “Wester ha pagato i risultati deludenti dei mesi scorsi” e non spende alcuna parola in difesa dell’ing. H. Wester, e neppure critica la scelta operata dalla società FCA, ma illustra i dati di vendita riscontrati prima (deludenti) e dopo (esaltanti) la sostituzione dell’Ing. H. Wester e la “PROMOZIONE” (così scrive) di Reid Bigland, per cui di fatto si allinea al giudizio negativo espresso dalla società FCA sull’ing H. Wester. In ultimo vorrei chiarire e ribadire che se le auto Maserati e le auto Alfa Romeo del nuovo corso (nuova Alfa Romeo GIULIA) riscuoteranno un rilevante successo commerciale, COME PERSONALMENTE AUGURO, comunque il merito sarà tutto dell’ing. Harald Wester, che le ha ideate, progettate e dunque, create, e degli altri ingegneri progettisti che collaborano con lui, perché le auto Maserati ed Alfa Romeo si vendono e si potranno vendere soltanto se i progetti, sia telaio sia motori, sono validi ed eccellenti, migliori di quelli della concorrenza, (ed anche se il prezzo di vendita non è troppo alto per la maggior parte dei consumatori). Solo in parte il merito sarà dei commerciali e dei pubblicitari, ma sempre di riflesso alla validità dei progetti. Nessun abile venditore alla lunga riesce a vendere ai consumatori avveduti, quali sono i potenziali acquirenti di Maserati ed Alfa Romeo, delle “PATACCHE”, auto mediocri o peggio scadenti, perché progettate e realizzate in economia, con scelte tecniche di telaio e di motori ispirate al risparmio produttivo, mirando soprattutto o solamente a ridurre i costi di produzione ed a massimizzare i margini di profitto.Vincenzo

        • umberto

          Condivide che la Giulia sarà la rovina o la salvezza dell’Alfa Romeo? …. questa affermazione vuol dire semplicemente non sapere che cos’è l’Alfa Romeo e se tale ingegnere l’ha effettivamente usata era da rimuovere in tre secondi perché non capisce un bel nulla!

        • ILKönz

          Tutto giustissimo, ma in più aggiungerei, a scapito di Bigland, che costui ha fatto carriera con la vendita di SUV e furgoncini negli USA, della storia di qualsiasi marchio europeo – e italiano soprattutto – non sa proprio NULLA, quindi figuriamoci quanto possa essere ferrato su due nomi prestigiosi come Alfa e Maserati…
          A me la mossa del maglionato sembra evidentissima: del rilancio Alfa con la Giulia come apripista non ci crede nemmeno lui, nonostante le sue solite sparate, ma punta direttamente sulla moda del momento, i dannati SUV.
          Quanto scommettiamo che il prossimo nuovo modello Alfa messo a listino non sarà l’ammiraglia di cui si parla tanto adesso, ma invece un altro cassone con biscione e trilobo davanti, magari soltanto più piccolo?
          E guarda caso qual è l’ultimo nuovo modello Maserati su cui ci sono alte aspettative? un suv…

          • Gianni Polimeni

            Ti rode proprio che la Giulia sia meglio delle merdacce crucche, vero? Sei comico!!!!

    • Domenico Barile

      Sono d’accordo con Vincenzo! Il mondo del lavoro è spietato la spinta delle vendite è si una cosa da attribuire a Bigland ma tutto ciò che riguarda la progettazione e realizzazione è solo opera di Harald Jacob Wester, il marketing poi non era affare suo.

    • gil upnatistim

      Ma nessuno giudica malamente H. Wester ma scherziamo ? Però un conto è progettare e un conto è vendere. Bigland ha dimostrato di essere il migliore fino adesso. Quindi che commento hai fatto ?

      • vincenzo

        Ringrazio per il suo cortese commento alla mia prima valutazione dell’articolo pubblicato. Occorre tenere ben presente che la società FCA non si è limitata a nominare DIRETTORE DEL MARKETING l’abile venditore Reid Bigland, ma lo ha nominato CEO – amministratore delegato di Maserati ed Alfa Romeo, e dunque, lo ha posto al vertice delle due aziende, rimuovendo un ingegnere progettista del valore di Harald Wester. Dobbiamo, allora, dedurre che i prossimi modelli di Maserati ed Alfa Romeo, come pure lo sviluppo dei modelli esistenti e futuri, verranno scelti da un commerciale come Reid Bigland, ancorché bravo a vendere ma certo non a progettare. Dobbiamo allora dedurre anche che un commerciale, bravo a vendere ma non a progettare automobili degne del marchio Maserati ed Alfa Romeo, è considerato dalla società FCA più bravo di un ingegnere progettista del valore di H. Wester nella scelta delle automobili Maserati ed Alfa Romeo da proporre alla clientela di questi due prestigiosi marchi di auto “con cuore sportivo” ed ai consumatori che potrebbero divenire nuovi clienti? Inoltre, non si può sostenere che “nessuno giudica MALAMENTE H. Wester”, perché di fatto la società FCA ha rimosso l’ing. Harald Wester dal suo incarico di A.D. di Maserati ed Alfa Romeo e dunque, lo ha giudicato negativamente. Altrettanto dicasi per l’articolo oggetto del mio commento, visto che l’articolista scrive “Wester ha pagato i risultati deludenti dei mesi scorsi” e non spende alcuna parola in difesa dell’ing. H. Wester, e neppure critica la scelta operata dalla società FCA, ma illustra i dati di vendita riscontrati prima (deludenti) e dopo (esaltanti) la sostituzione dell’Ing. H. Wester e la “PROMOZIONE” (così scrive) di Reid Bigland, per cui di fatto si allinea al giudizio negativo espresso dalla società FCA sull’ing H. Wester. In ultimo vorrei chiarire e ribadire che se le auto Maserati e le auto Alfa Romeo del nuovo corso (nuova Alfa Romeo GIULIA) riscuoteranno un rilevante successo commerciale, il merito sarà tutto dell’ing. Harald Wester , che le ha ideate, progettate e dunque, create, e degli altri ingegneri progettisti che collaborano con lui, perché le auto Maserati ed Alfa Romeo si vendono e si potranno vendere soltanto se i progetti, sia telaio sia motori, sono validi ed eccellenti, migliori di quelli della concorrenza, (ed il prezzo di vendita non è troppo alto per la maggior parte dei consumatori). Nessun abile venditore alla lunga riesce a vendere ai consumatori avveduti, quali sono i potenziali acquirenti di Maserati ed Alfa Romeo, della “PATACCHE”, auto mediocri o peggio scadenti, perché progettate e realizzate in economia, con scelte tecniche di telaio e di motori ispirate al risparmio produttivo, mirando soprattutto o solamente a ridurre i costi di produzione ed a massimizzare i margini di profitto.Vincenzo

      • vincenzo

        La ringrazio per il suo cortese commento alla mia prima valutazione dell’articolo pubblicato. Occorre tenere ben presente che la società FCA non si è limitata a nominare DIRETTORE DEL MARKETING l’abile venditore Reid Bigland, ma lo ha nominato CEO – amministratore delegato di Maserati ed Alfa Romeo, e dunque, lo ha posto al vertice delle due aziende, rimuovendo un ingegnere progettista del valore di Harald Wester. Dobbiamo, allora, dedurre che i prossimi modelli di Maserati ed Alfa Romeo, come pure lo sviluppo dei modelli esistenti e futuri, verranno scelti da un commerciale come Reid Bigland, ancorché bravo a vendere ma certo non a progettare. Dobbiamo allora dedurre anche che un commerciale, bravo a vendere ma non a progettare automobili degne del marchio Maserati ed Alfa Romeo, è considerato dalla società FCA più bravo di un ingegnere progettista del valore di H. Wester nella scelta delle automobili Maserati ed Alfa Romeo da proporre alla clientela di questi due prestigiosi marchi di auto “con cuore sportivo” ed ai consumatori che potrebbero divenire nuovi clienti? Inoltre, non si può sostenere che “nessuno giudica MALAMENTE H. Wester”, perché di fatto la società FCA ha rimosso l’ing. Harald Wester dal suo incarico di A.D. di Maserati ed Alfa Romeo e dunque, lo ha giudicato negativamente. Altrettanto dicasi per l’articolo oggetto del mio commento, visto che l’articolista scrive “Wester ha pagato i risultati deludenti dei mesi scorsi” e non spende alcuna parola in difesa dell’ing. H. Wester, e neppure critica la scelta operata dalla società FCA, ma illustra i dati di vendita riscontrati prima (deludenti) e dopo (esaltanti) la sostituzione dell’Ing. H. Wester e la “PROMOZIONE” (così scrive) di Reid Bigland, per cui di fatto si allinea al giudizio negativo espresso dalla società FCA sull’ing H. Wester. In ultimo vorrei chiarire e ribadire che se le auto Maserati e le auto Alfa Romeo del nuovo corso (nuova Alfa Romeo GIULIA) riscuoteranno un rilevante successo commerciale, comunque il merito sarà tutto dell’ing. Harald Wester , che le ha ideate, progettate e dunque, create, e degli altri ingegneri progettisti che collaborano con lui, perché le auto Maserati ed Alfa Romeo si vendono e si potranno vendere soltanto se i progetti, sia telaio sia motori, sono validi ed eccellenti, migliori di quelli della concorrenza, (ed anche se il prezzo di vendita non è troppo alto per la maggior parte dei consumatori). Nessun abile venditore alla lunga riesce a vendere ai consumatori avveduti, quali sono i potenziali acquirenti di Maserati ed Alfa Romeo, delle “PATACCHE”, auto mediocri o peggio scadenti, perché progettate e realizzate in economia, con scelte tecniche di telaio e di motori ispirate al risparmio produttivo, mirando soprattutto o solamente a ridurre i costi di produzione ed a massimizzare i margini di profitto.Vincenzo

        • umberto

          Se e stato sostituito i validi motivi vi erano, d’altronde i risultati di Fiat sono sotto gli occhi di tutti, quindi non sono di sicuro degli sprovveduti.
          Personalmente ritengo che le figure di amministratore e progettista debbano essere ben distinte perché hanno due obbiettivi completamente differenti, quindi a mio parere ognuno deve avere il suo ruolo e mi preoccupa molto di più un progettista che dirige l’azienda piuttosto che un “venditore”, perché giustamente se fai un prodotto scadente non lo vendi, ma altrettanto se fai un prodotto valido e non sai venderelo ottieni lo stesso risultato. Un venditore sa capire molto meglio i gusti delle persone e le reali potenzialità rispetto al progettista il quale, come notiamo sempre nelle auto, è un artista che sa creare dal nulla un opera d’arte, ma poi se quell’opera piace solo a lui è solo tempo perso.
          Conosco poco la storia del ing. Wester, ma mi sembra eccessivo dare il totale merito a lui del progetto Giulia, da quello che riportavano gli organi di stampa al progetto partecipavano parecchi ingegneri…

        • Gianni Polimeni

          Vero, nessun bravo venditore riesce a vendere delle auto mediocri, ma peggio ancora è non riuscire a vendere delle buone auto. Quattroporte e Ghibli meritano volumi di vendita ben superiori a quelle che hanno venduto con Wester responsabile vendita. Nel mio mestiere di dirigente nel settore informatico ho visto molti geni informatici incapaci di pubblicizzare e vendere i migliori prodotti e degli incompetenti vendere a camionate!

  • umberto

    Ottimi risultati che dimostrano la validità del progetto e la capacità di proporlo, però i bilanci si fanno a fine anno, quindi si vedrà solo con il tempo il reale riscontro del mercato”.. Sicuramente la differenza con la concorrenza e evidente, d’altronde sono Maserati!!