, ,

Fiat: riduzione dei prezzi negli Usa del 5-10% nel 2017, ecco i motivi

Nelle ultime ore sta facendo grande rumore l’indiscrezione lanciata Bloomberg negli Usa su Fiat. Secondo la multinazionale americana che opera nel settore dei Mass Media, la principale casa automobilistica italiana sta per lanciare una riduzione del 5-10 per cento dei prezzi di listino delle automobili targate Fiat negli Stati Uniti. Inoltre si vocifera anche di una semplificazione degli allestimenti, che passerebbero ai 10 attuali a 3 per ogni vettura. Secondo Bloomberg la scelta deriverebbe dal fatto che il 2016 fino a questo momento è stato un anno difficile per Fiat negli Usa. 

Il calo di vendite di Fiat negli Usa spinge la casa italiana ad una riduzione dei prezzi

Sebbene il gruppo FCA abbia fatto registrare ottimi risultati in America, altrettanto non si può dire della principale casa automobilistica italiana che ha subito un pesante calo rispetto al 2015. Proprio per questo motivo Fiat vuole reagire semplificando la sua offerta e prevedendo prezzi leggermente più bassi con cali che andranno dal 5 al 10%. Ad esempio, la versione mid-range della 500L, soprannominata Trekking, avrà un costo di solo circa l’1 per cento in meno, ma verrà proposta con optional più costosi, come sedili in pelle riscaldati, sistema BeatsAudio  e un touchscreen da 6,5 pollici con la navigazione.

Si abbassa l’età del cliente medio di Fiat

Un passo fondamentale è stato semplificare le offerte: Ogni modello 2017 avrà tre pacchetti, o livelli di allestimento, invece dei 10 attuali, così come ha dichiarato Bob Broderdorf, direttore del brand Fiat in Nord America”. Fiat ha dovuto adattarsi ad un cambiamento demografico tra i suoi clienti. Quando il marchio è tornato negli Stati Uniti cinque anni fa, ha lanciato un appello soprattutto per i baby boomer. Ora la linea comprende unSuv, una roadster una crossover e un’utilitaria. Questa gamma ha fatto si che a Fiat si stanno avvicinando consumatori più giovani rispetto a quello che veniva ipotizzato inizialmente.

Leggi anche: Fiat Chrysler USA: riceve importante riconoscimento dal NBGH

Fiat
Fiat calano i prezzi nel 2017 per le sue vetture negli Usa

La crisi delle auto piccole negli Usa non aiuta la casa italiana

FCA ha rivelato che l’età  media del compratore è di 49,  un decennio più giovane per l’industria nel suo complesso. In un mercato auto degli Stati Uniti, in cui le vendite di veicoli leggeri stanno calando in favore di veicoli quali pick-up, furgoni e SUV, un brand come Fiat specializzato in modelli più piccoli soffre. Infatti il volume di vendita è calato del 17% ad agosto rispetto ad un anno prima.  Jessica Caldwell, un analista celebre ha rivelato nel corso di un’intervista con il sito auto-shopping Edmunds.com, “Negli ultimi tre anni, autocarri leggeri hanno venduto più delle auto e abbiamo visto la quota di mercato  delle auto più piccole entrare in una spirale discendente, questo ovviamente non aiuta Fiat.”

 Il passaggio dalle auto tradizionali ai Suv è molto più di una tendenza di moda, dovuta principalmente dai prezzi della benzina relativamente bassi negli Usa. Infatti il gruppo diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne corre ai ripari. Negli Usa non verranno più prodotte berline, mentre aumenterà la produzione di Suv, Crossover e Pick Up.

Lascia un commento

Loading…

Fiat, Alfa Romeo, Jeep e Lancia

Jeep, Lancia e Chrysler: richiamo per 1,9 milioni di automobili

Jeep Wrangler 2018

Jeep Wrangler 2018: avrà cofano e porte in alluminio