Alfa Romeo Giulia: exploit nelle vendite di agosto nel nostro paese

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo Giulia brilla nelle vendite di agosto in Italia. La nuova berlina del Biscione si riscatta dopo essere uscita dalla top ten delle automobili più vendute del nostro paese nella sua categoria lo scorso mese di luglio. Ad agosto la Giulia ottiene un quinto posto pari a 435 nuove immatricolazioni, che la riporta di prepotenza tra le vetture più vendute nel suo segmento. Si tratta di un ottimo risultato che migliora come posizione in classica quello conseguito al primo mese di vendite e cioè giugno.  Nella classifica di questo mese per quanto riguarda le berline di classe ‘D’ al primo posto troviamo Volkswagen Tiguan con  1.069 unità vendute.

Al secondo posto Audi A4  con 726 veicoli immatricolati e terza la  BMW X1  con 633. Quarta subito davanti ad Alfa Romeo Giulia troviamo la Ford Kuga con 613 auto. Insomma si tratta di un buon exploit per la nuova berlina del Biscione dopo che i dati di luglio, con l’uscita dalla top ten avevano fatto preoccupare e non poco i fan del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles. Del resto Il responsabile delle vendite di FCA nel nostro paese, Gianluca Italia lo aveva annunciato che nei primi 3 mesi erano state immatricolate 1500 Giulia. Il numero sembra esiguo, ma in realtà non lo è se consideriamo che nell’intero settore sino a questo momento sono state immatricolate circa 70 mila unità. 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: arriva il cambio automatico a 8 rapporti

alfa romeo giulia
alfa romeo giulia

Insomma Alfa Romeo Giulia ad agosto in  Italia, indubbiamente è stata una delle principali protagoniste del settore insieme ad Audi A4, che continua a macinare unità vendute con estrema facilità nel nostro paese.  In un mercato che cresce bene a livello generale, con un incremento di oltre il 20% rispetto ad agosto 2015, i dati della gloriosa casa automobilistica del Biscione trainati da Giulia e Giulietta fanno ben sperare per il futuro prossimo ed in particolare per il proseguo di questo 2016, che si preannuncia ricco di novità per il brand originario di Arese.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: protagonista anche in Argentina
  • Per me non è giusto metere nella stessa classifica suv categoria C con berline categoria D 😉

    • Marceruben

      Perfettamente d’accordo !!! La Giulia fa tremare Audi e BMW , la Tipo rode mercato alla VW … Dove Alfa combatte sulla qualità assoluta la Fiat abborda con prezzi inarrivabili alla Golf

  • umberto

    Sono dati inutili nel breve periodo, i risultati reali si vedranno solo con il tempo. Quello che e certo e che finalmente vi è di nuovo un Alfa con le caratteristiche adeguate al marchio, dopodiché i dati di vendita sono secondari nella prima fase di commercializzazione, non basta vendere nell’immediato, bisogna riconsolidare una fetta di mercato che si era persa…..

    • Des Troyer

      Anche se inutili (apparentemente aggiungerei) questi dati di vendita danno l’idea di come il nostro paese sia ancora “annebbiato” dai crucchi fumi… Gli si continua a dar fiducia nonostante la beffa del dieselgate. Bah!

      • umberto

        Ed e proprio per quello che oggi li ritengo dati inutili, non perché non siano validi, ma semplicemente perché i risultati si otterranno con il tempo, d’altronde abbiamo una produzione di auto ottime in tutti i settori, ma abbiamo anche troppa gente che non ha ancora capito che la migliore qualità dei mezzi stranieri e una bufala…. Se calcoli che benché il dieselgate le persone non hanno ancora compreso che i motori vw andavano di più non perché più validi ma solo perché taroccati e non ci si rende conto di come i motori italiani sono quasi allo stesso livello senza taroccamenti e facilmente comprensibile come la scelta non sia sulla qualità ma solo sull’apparenza….. Troppi italiani vivono di apparenza!

        • Des Troyer

          Vero. Se all’interno della 500 non funziona l’orologio, Fiat è inaffidabile, se all’Audi salta via la turbina, la gente tace! Che cazzo di personaggi…

          • umberto

            D’altronde hanno comprato delle auto vantandosi al bar di aver comprato il meglio sul mercato, mica possono ammettere di aver comprato dei cessi!!!!! …. Difatti se uno controlla accuratamente i dati delle rotture delle auto vede chiaramente quanti difetti hanno le straniere… Ma mica lo ammettono….sono esseri inutili e tarocchi, come le centraline delle vw!

        • Alfonso

          Ho dato un’occhiata ai dati unrae di agosto..beh devo dire che il gruppo vw in Italia sta cominciando a prendere mazzate..guarda la Golf superata da Tipo e Renegade. Sulla Giulia non mi sbilancio è appena arrivata e ha ancora poche motorizzazioni disponibili..credo che lo Stelvio quando arriverà spazzerà via Q3 ,X1 e compagnia cantando….

          • umberto

            Non ho dubbi, vedi purtroppo per troppo tempo il gruppo Fiat non ha tirato fuori le sue potenzialità, sia per motivi economici che per motivi riconducibili alla convinzione che sarebbe finito tutto…. Poi fortunatamente le cose sono cambiate, hanno risolto i problemi economici e hanno capito che non sarebbe finito tutto, quindi hanno deciso di darci dentro, e a questo punto i concorrenti patiranno.

  • Blackimp

    in tutto questo parlare di Giulia ancora non uno straccio di recensione della 200cv benzina

    • Alfonso

      La 200 cv a benzina è gia ordinabile..

      • Marceruben

        Ma ancora non è presente sul mercato …. Mentre il trattore l’ho provata , e’ tanta robina !!!!

        • Blackimp

          come diesel sarà sicuramente buono. una cosa che san fare in casa fiat sono i diesel.

      • Blackimp

        lo so Alfonso e infatti mi sembra chiaro quello che ho detto: c’è ed è infatti la versione per me più interessante e mi piacerebbe che la recensisse qualcuno invece di parlare solo di ste baracche di diesel che tra non molto vieteranno in Europa perché producono m…a tossica, tutte quante, a fronte di un po’ di CO2 in più e tutte o quas8 hanno dovuto manipolare le centraline per i controlli sulle emissioni. poi vabeh c’è il solito demente che parla a sproposito ed è semianalfabeta anche in termini di meccanica pur masturbandosi davanti ai posters della 146 diesel con 20cv di potenza. un povero demente che non conosce neanche le prime leggi della fisica ed è terrorizzato che qualcuno tocchi la sua unica patetica ragione di vita ma lui capisce quello che può poveretto. non metterti su quel piano

        • DRAKEN.

          rieccollo, baracche diesell?!!! ma in che mondo vivi !! coglione ogni volta che mi collego qui ,leggo questi tuoi commenti dementi e insensati da ragazzino neopatentato !!! commenta meno che non sai nemmeno come sei messo !!

    • DRAKEN.

      Sempre il primo coglio…a rispondere !!!,be ma lui ha guidato la giulia diesel nel parcheggio del concessionario!! parla con la sua utilitaria seat di 10 anni usata !! commenta meno morto di fame ! alla fine , manco ti puoi permettere una Giulietta usata prima serie !! . ci viene a sproloquiare il suo parerino da demente sulla Giulia, che coglio…. l’ onanista !!!

      • Blackimp

        è vero sei il primo a rispondermi. ma lo sapevo già fossi un poveretto non ti preoccupare 😉

        • DRAKEN.

          co…glioncello commenta sempre auto che non ti potrai mai permettere ! mi raccomando! sei un vero inutile esperto di auto immaginarie !! che minchione!!!

  • Giorgio Fabietti

    Beh, di fatto è la seconda per vendita della categoria. A parte l’Audi a4 le altre son tutte SUV che non ci azzeccano molto in questa categoria.

  • gil upnatistim

    Sbaglierò ma se si vuol competere con le tedesche, Marchionne anche se si è già espresso negativamente, dovrà rassegnarsi e fare la versione SW della Giulia: magari solo per il mercato europeo. Peraltro personalmente trovo più sportive le SW che le berline.. quindi non è solo una questione di capacità di carico.

  • Paolo Guidi

    Piano piano tutto si sta delineando e non solo per la Giulia l’intero gruppo sta piazzandosi al vertici nelle rispettive categorie e non solo nei confini territoriali . Sta crescendo la consapevolezza anche negli altri paesi europei lentamente ma qualcosa inzia a cambiare era ora ci vuole tempo non bisogna avere eccessiva fretta . Ci vuole rigore e fiducia ma soprattutto credere in quello che fai . I programmi ci sono tutti e cosa più importante c’è la qualità dentro tutti i progetti, solo così sarà possibile risalire la china .

  • remo bianchi

    La Giulia e un Alfa.Per molti di noi sono brividi.Le abbiamo comprate anche nei periodi più bui.Abbiamo acquistato delle Alfa che non erano proprio Alfa al 100%.Lo abbiamo fatto per quel ricordo che abbiamo delle vecchie che erano avqnti rispetto le altre per stile,prestazioni e non per comodita.Adesso c è il ritorno delle vere Alfa e la Giulia lo e’ come lo e la 4c.Vedremo la nuova Giulietta e poi Alfetta 6C e via via il resto.Abbiamo un AD che vede avanti 10 anni rispetto a tutti gli altri..Tutto quello che vorremmo e già stato progettato e comunque è in cantiere.Più ne vedremo e più ne saranno vendute.Non abbiamo nulla da perdere,ne dà imparare dai tedeschi su come si fa un auto.Sarò malato.Alfa giulia , 4 c , maserati ghibli,jeep renegade,wrangler,tipo cherosee,grancherokee ,renegade,panda toro.Sono le nostre armi e non sono male..Ci sarà sempre l anti……che dice che manca qualcosa.Per quelli come me c’è ne più che a sufficienza di scelta.I motori ci sono,i modelli pure.Vedremo se chi vuole la fine della Fca,o non vede l ora ,avrà ragione.Vedremo a Dicembre,i.Poi ci sarà qualcuno che dirà che i dati,i nostri sono falsi.Molti hanno aspettato a cambiare auto ma adesso possono.Non solo si combatte con una concorrenza sleale ma bisogna lottare con una situazione internazionale che non aiuta,vedi brasile ,Russia .Sara uno Tsunami

    • Blackimp

      se hai indiscrezioni che qui non compaiono su quando uscirà la prossima Giulietta con nuovi motori benzina sono bene accette 🙂 sia sulla versione a trazione posteriore che quella a trazione anteriore che dovrebbe sopravvivere

    • umberto

      Alfa Romeo e passione, quindi è normale che chi è veramente Alfista ha continuato a comprarle, dopodiché indubbiamente non bastano gli appassionati per poter mantenere in vita un marchio e quindi è logico che si siano fatte auto che potessero attirare, se guardiamo gli ultimi prodotti, Mito e Giulietta, sono stati ottimi per aumentare la clientela, ma è indubbio che la Giulia riporterà l’Alfa in quel livello a cui appartiene e farà riacquisire quella parte di clientela che si è rivolta ad altri marchi, clientela, non Alfisti, perché per quelli tutto ciò che porta il marchio Alfa Romeo e particolare…. Che sia una Mito o una 75 sono sempre Alfa!

    • Paolo Guidi

      Allora sono malato cronico e inguaribile anche io dobbiamo tornare ad esserlo in milioni

  • Motorhaus

    FCA con Marchionne sta avendo ragione, c’è poco da dire, ed io personalmente ho sempre condiviso le sue scelte malgrado la corrente antimarchionne abbastanza forte. Comunque, proprio perché FCA sta facendo bene, GUARDA CASO, il ministro dei trasporti tedesco, ha da poco divulgato notizie riguardanti un congegno simile a quello di Volkswagen ma usato da Fiat in Germania. Che becero attacco, poveri crucchi, distrutti nell’anima ed ancor più nei portafogli. PAGATE IL DIESELGATE ED ACCETTATE LE SCONFITTE. I vostri prodotti non sono più all’altezza, fine.

    • Blackimp

      l’unica auto che al momento si confa alle mie esigenze e possibilità è dell’audi ma sto cercando di rimandare l’acquisto sperando esca qualcosa di nuovo in casa Alfa l’anno prossimo o al limite considero qualche brand francese proprio perché dare soldi alla Germania mi starebbe parecchio sullo stomaco

      • Paolo Guidi

        E perché non darli in Italia cosa hanno i francesi che in FCA non si ha ?

        • Blackimp

          non vorrei ripetermi perché ho riempito il blog di considerazioni in merito, sempre uguali. Vengo da un 1.8 turbo da 180cv. perfetto equilibrio potenza/volume e comunque in assoluto – visto che le velocità cui vado sono assolute e non dipendono dal volume del motore – poco stressato dall’uso anche audostradale. Vorrei una due volumi con un motore almeno simile per caratteristiche. Non compro un 1.4 che fiat ha fatto per una clientela residuale e che alfa è stata costretta a condire in 3 salse diverse per fare un motore per la giulietta: bello, carino, suona bene ma è un motorino. A parte che anche volendo accontentarsi di un 1.4 per 170cv si può prendere solo con il TCT. E non compro un inutile 1.75 da 240 cavalli che ha costi inutili per avere prestazioni esagerate ma consumi folli quando in casa Audi posso avere 190cv su 2 litri di motore che fanno da 0-100 in 6.8 e con consumi verificati e testati di più di 20 con un litro a 90 all’ora e quasi 14 a 140km/h – consuma meno del 1.4 multiair in certe condizioni -. I francesi se non altro pompano dei monoblocchi un pelo più grandi, almeno 1.6 e considerato che poi le velocità da raggiungere sono sempre quelle, vuol dire che vengono stressati di meno. E siccome lo sanno benissimo in Alfa che la situazione motori benzina è quella che ho descritto, hanno ben pensato di ripartire con un 2Litri secco e lasciare il 1.750 tra gli esercizi di stile per la 4c. E’ abbastanza probabile che metteranno il 2L anche su una nuova versione di Giulietta.

    • umberto

      Non sono mai stati all’altezza….

  • Infatti. Direi secondo posto dopo A4 nel segmento D