, ,

Fiat: piovono gravi accuse dalla Germania per la casa italiana

Fiat Chrysler dieselgate
Fiat Chrysler dieselgate

Arrivano gravi accuse per Fiat dalla Germania. Le autorità tedesche hanno inviato una pesante comunicazione alla Commissione Europea contro le pratiche di Fiat Chrysler, accusata di aver utilizzo un dispositivo non conforme alle leggi europee in materia, con il quale, secondo i tedeschi, Fiat avrebbe disattivato gli impianti di gas nei veicoli diesel per alterare il livello dei gas nocivi. La notizia che in Germania nelle ultime ore sta avendo un eco molto forte è stata riportata per prima questa mattina dal celebre settimanale tedesco WirtschaftsWoche.

KBA, che sarebbe l’organo che ha il compito di controllare nel paese tedesco il livello di emissione dei motori dei veicoli venduti in Germania, dopo lo scandalo emissioni che ha coinvolto Volkswagen, ribattezzato ‘Dieselgate’ ha iniziato a controllare anche le vetture di altre aziende motoristiche tra cui appunto quelle del gruppo diretto da Sergio Marchionne, Fiat Chrysler Automobiles. Il settimanale tedesco ha riportato questa mattina che dal Ministero dei Trasporti della Germania sarebbe partita una lettera all’Ue, inviata alla fine dello scorso mese di agosto. In questa lettera dal Ministero dunque si sostiene che la principale casa automobilistica italiana, ha in maniera illegale utilizzato uno strumento per alterare i dati  durante i controlli.

Leggi anche: Fiat 500X: Accuse dalla Germania “Emissioni fuori norma”

Dieselgate
Dieselgate

Le automobili coinvolte in questo presunto scandalo che nel paese di Angela Merkel, in queste ore sta sollevando un vero e proprio polverone sarebbero: Fiat 500X, Fiat Doblò e Jeep Renegade. Nella lettera in questione inviata alle autorità dell’Unione Europea, il Ministero dei Trasporti mette in evidenza tutto il suo dissenso circa l’utilizzo di tale strumento che secondo le autorità italiane invece andrebbe bene. La lettera è stata inviata anche a Roma ai responsabili del Ministero, che dunque sono al corrente della situazione. Al momento, nessun commento sulla situazione è stato rilasciato dal Ministero dei Trasporti della Germania e nemmeno da quello italiano. Bocche cucite anche in FCA i rappresentati del gruppo in Germania per il momento non hanno ancora rilasciato nessuna dichiarazione per far luce sulla situazione.

 

 

 

Lascia un commento

Loading…

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Melfi, torna l’incubo della cassa integrazione

Fiat 500 Lego

Fiat 500 Lego: ha tutto il fascino italiano del modello originale