Maserati Ghibli: azienda italiana ha trasformato la berlina in carro funebre

Maserati Ghibli carro funebre
Maserati Ghibli carro funebre

L’automobile che vedete qua sopra è una Maserati Ghibli trasformata in carro funebre da un’azienda italiana chiamata Ellena Autotrasformazioni. Si tratta di una società specializzata nella lavorazione e trasformazione di auto normali in grandi carri funebri. Sul suo sito ufficiale, abbiamo già potuto vedere in passato la trasformazione di molte Mercedes. Oggi, un nuovo modello entra nel catalogo di questa società. Questa volta infatti tocca alla Maserati Ghibli subire la ‘nefasta’ trasformazione in carro funebre. Se la parte anteriore della berlina italiana non conosce alcun cambiamento rispetto al modello ordinario, lo stesso non possiamo dire del tronco, che in pratica scompare del tutto, lasciando il posto ad un portellone e un ampio vano per accogliere la bara. 

Per quanto riguarda le dimensioni di questo particolare modello di Maserati Ghibli, diciamo subito che la larghezza del Ghibli non cambia ma la lunghezza passa a sua volta da 4,97 metri del modello originale a 6,62 metri di questo. Apprendiamo anche che sotto il cofano, il lussuoso carro funebre presenta un motore diesel 3.0 litri V6 275 Cavalli.  La larghezza è di 1,94 metri e lo spazio di carico raggiunge i 95 cm di altezza e 2,35 metri di lunghezza. Sicuramente questa particolare versione di Maserati Ghibli non è altrettanto bella della versione a Berlina, però certamente per l’uso per cui è stata realizzata va molto bene, garantendo il massimo del lusso per l’ultimo viaggio del defunto.

Maserati Ghibli carro funebre
Maserati Ghibli carro funebre

È importante sottolineare che, in raccordo con il suo stile esterno e il basso profilo degli pneumatici sportivi, il carro funebre Maserati Ghibli offre alcune caratteristiche di lusso, tra cui “finta pelle nautica,” ganci porta corona e una croce estraibile in acciaio inox (solo nel caso in cui il defunto non è cristiano). Insomma non manca proprio niente per garantire il massimo comfort possibile al defunto nel suo ultimo viaggio in auto.

  • Alfonso

    Usare una Maserati come carro funebre non la vedo un’ottima idea. Per questo c’è sempre stato Mercedes, Volvo e qualche altro brand famoso. Come casa italiana al massimo ci vedrei Lancia ma potessi decidere manco quella userei per farci un carro…..

    • Des Troyer

      Questa volta, caro amico Alfonso, non sono d’accordo col tuo pensiero. Infatti, per quanto possa far storcere il naso e sia così lontano dai canoni Maserati, una trasformazione in carro funebre della Ghibli la vedo come un’altra buona, se non ottima, possibilità di sfilare la sedia da sotto al culo ad un brand tedesco, in questo caso Mercedes, che da sempre ha spadroneggiato. Dovremo essere meno miopi e più consci della forza dei nostri brand, così da poter attaccare su tutti i fronti le tedesche, anche in settori più di nicchia come in questo caso.

  • ILKönz

    Perfetto emblema dell’attuale prestigio Maserati.
    Prima il maglionne ha ucciso Lancia, ora farà lo stesso con la Casa del Tridente.
    Amen.

    • Des Troyer

      E io ti segnalo.

    • albain

      si rilegga l’articolo, il gruppo FCA non ha proprio trasformato niente. si tratta di un’altra azienda che ha trasformato il veicolo, il “maglionne” non centra nulla

      • ILKönz

        So leggere e comprendere, stia tranquilo. Ciò non toglie che il modello in questione esista davvero.
        La cosa che davvero mi diverte in questa macabra trasformazione è proprio il fatto che il maglionne molto probabilmente non ne sappia niente, perchè a lui non gliene frega niente di Maserati, esattamente come non glien’è fregato di Lancia. Presto anche Maserati sarà ridotta a dipendere dalle vendite di un singolo modello che non c’entra nulla con la storia del marchio.
        Bell’affare.