Maserati punta su Android Auto per i suoi futuri modelli

Per conquistare il mercato premium delle quattro ruote al giorno d’oggi è imprescindibile offrire ai clienti, giustamente esigenti sotto tutti i punti di vista, un comparto tecnologico e multimediale di altissimo livello. E’ cosi che Maserati ha deciso di supportare appieno Android Auto, il sistema operativo sviluppato da Google per il mondo automotive che rende l’auto sempre più tecnologica e connessa.

Maserati non ha ancora commentato la notizia e non ha rilasciato alcuna dichiarazione sui piani futuri per i suoi modelli ma Google ha aggiornato il sito ufficiale di Android Auto inserendo tre modelli di Maserati tra le auto supportate. In futuro, Android Auto arriverà, stando a quanto è possibile leggere dal portale ufficiale, sul nuovo SUV Levante e sulle berline Ghibli e Quattroporte, ovvero sui progetti più moderni e commercialmente significativi di Maserati. Il supporto ad Android Auto non arriverà, ad esempio, sulla GranTurismo e sulla GranCabrio che, nonostante il prolungamento della produzione di alcuni mesi rispetto al termine precedentemente stabilito in dicembre 2016, non riceveranno particolari aggiornamenti “tecnologici”.

Per ora non ci sono informazioni disponibili ma è possibile che il supporto completo ad Android Auto possa debuttare sui Model Year 2017 di Ghibli, Quattroruote e Levante. Ricordiamo che lo scorso maggio, Google, durante l’evento Google I/O, aveva presentato il prototipo Android In-Car Concept completamente gestibile tramite il sistema operativo Android N con un touchscreen centrale dotato di risoluzione 4K. Il prototipo in questione venne realizzato da Google partendo dalla base di una Maserati Ghibli. 

maserati android infotaiment

E’ chiaro che il futuro dell’auto premium passa, gioco forza, anche per un netto incremento delle potenzialità tecnologiche delle vetture che, nei prossimi anni, saranno sempre più connesse e sempre più gestibili tramite interfacce touch-screen complete sotto tutti i punti di vista.

Dopo Maserati, anche i futuri modelli di Alfa Romeo potrebbero adottare Android Auto come punto di riferimento dell’evoluzione tecnologica. Maggiori dettagli in tal senso potrebbero emergere già nel corso della prossima edizione del Salone dell’auto di Parigi in programma nel corso del prossimo mese di ottobre quando potrebbero essere presentati nuovi prototipi in grado di anticipare le future evoluzioni delle vetture di Maserati ed Alfa Romeo.

  • PIERANGELO FAE

    MASERATI, ovvero le auto più belle e sconosciute d’Italia.