Alfa Romeo Stelvio: secondo Gianluca Italia il debutto a marzo o giugno

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio sarà una vettura spettacolare, lo dice il responsabile di Fiat Chrysler Automobiles per il mercato italiano, Gianluca Italia. L’esperto dirigente ha rilasciato queste dichiarazioni nel corso di un’intervista in cui ha parlato del futuro prossimo della gloriosa casa automobilistica del Biscione e di tutte le novità che presto arriveranno dagli stabilimenti italiani del mitico brand automobilistico di Fiat Chrysler Automobiles. Italia ha dichiarato di essere uno dei pochi fortunati che hanno già potuto vedere come sarà questo veicolo dal vivo e conferma che pur essendo di parte, questo modello, che ricordiamo sarà il primo suv nella storia del Biscione, si farà indubbiamente notare per il suo aspetto ma anche per le caratteristiche tecniche e meccaniche di sicuro pregio.

Per Gianluca Italia Alfa Romeo Stelvio sarà spettacolare

Gianluca Italia è molto ottimista sul nuovo Alfa Romeo Stelvio, ritiene che questo modello assieme a Maserati Levante, spingeranno in alto nel settore del suv i colori italiani. Sempre secondo il top manager italiano, il primo Suv della storia di Alfa Romeo sarà una vettura trasversale, capace di intercettare i gusti di tanti finendo per interessare coloro che al momento  prendono in considerazione auto di segmento B, C, Crossover, e Suv. Insomma Gianluca Italia non ha dubbi, si tratterà di un’automobile capace di pescare un po’ dappertutto sul mercato, per quanto riguarda i clienti. Nel corso di questa interessante intervista, il reponsabile per il mercato italiano del gruppo diretto da Sergio Marchionne ha pure ipotizzato una data di debutto di Alfa Romeo Stelvio.

Gianluca Italia FCA
Gianluca Italia FCA

In autunno Quadrifoglio e il resto della gamma a Ginevra?

Il manager ha specificato che l’intenzione di Alfa Romeo è quella di far esordire questo veicolo il prima possibile. Tuttavia al momento le ipotesi più probabili secondo Gianluca Italia, per il debutto di Alfa Romeo Stelvio sarebbero il Salone dell’auto di Ginevra che avrà inizio i primi giorni di marzo oppure addirittura il 24 giugno, lo stesso giorno in cui fu presentata la berlina Alfa Romeo Giulia e in cui si festeggia il compleanno della casa del Biscione. Dunque se alla fine sarà scelta una di queste date, ciò vorrebbe dire che le indiscrezioni che negli ultimi mesi parlavano di debutto in autunno potrebbero rivelarsi troppo ottimistiche. Altra possibilità è che in autunno verrà presentato il top di gamma Quadrifoglio, mentre il resto della gamma a marzo o giugno. Vedremo dunque quando finalmente i numerosi fan del Biscione potrebbe vedere in anteprima questo atteso veicolo.

  • Steve

    la vedo dura che interesserà chi guarda al “segmento B, C, Crossover, e Suv”..almeno per i primi due casi, sarà troppo costoso

    • Alfonso

      Allora stai dicendo che i suv BMW non vendono perchè costano troppo…maddai !!!!……cmq lo Stelvio sarà un D-suv……

      • Steve

        no no, io credo e spero venderà molto! però non credo che una persona che guarda alle auto di segmento B/C per cambiare la propria vettura potrà permettersi uno Stelvio…non a caso più avanti uscirà una suv più piccola

  • Blackimp

    ma adesso fanno solo macchine con il 6cilindri da mille mila cavalli per farsi pubblicità e impiegano anni a fare le versioni normali? ma chi gliele compra? muovere il sedere e fare una giulietta con motori benzina un po’ più grandi no?
    tra un po’ tutti questi diesel se li metteranno su per il sedere visto che si è finalmente capito che gli inquinanti prodotti dal diesel sono la morte rispetto a quelli del benzina

  • umberto

    Per quanto non sia proprio il tipo di auto che mi entusiasma non posso che condividere la scelta di iniziare la produzione di questi suv, dopodiché presentare, come per la Giulia, la versione più potente è indubbiamente una bella operazione pubblicitaria!

  • Paolo Guidi

    La linea da seguire è quella che si è percorsa con la Giulia ha dato i suoi risultati , percui si evince che oltre a funzionare è stata apprezzata dal pubblico . È il marketing …….

    • umberto

      Bisogna considerare che in Fiat, a differenza di quanto continuano a scrivere i convinti saccenti, non sono per niente stupidi, quindi non potendo contare, per adesso, su risultati sportivi di rilievo, presentano prima dei prodotti che fanno impallidire la concorrenza, perché ad oggi sul mercato non esiste un auto con le caratteristiche e prestazioni delle GIULIA quadrifoglio, e poi le versioni “normali” in modo da stimolare l’acquirente all’idea di avere per le mani una macchina particolare….. Come veniva fatto nel passato con la esasperazione dei veicoli di serie nell’ambito delle competizioni in modo da far aumentare le vendite dei prodotti “normali”….. d’altronde non si può dimenticare che la Fiat possiede la migliore macchina sportiva esistente!

  • Maurizio Liccardo

    Spero proprio non sia così