Fiat Chrysler: dalla Serbia arriva una notizia positiva per Fca

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Arriva una buona notizia per Fiat Chrysler dalla Serbia.  Il paese può iniziare le esportazioni duty-free di auto Fiat Chrysler prodotte nel suo impianto di Kragujevac verso la regione della cosiddetta Euroasia dopo che il Kazakistan ha deciso di sostenere la sua richiesta, così come ha rivelato il ministro dell’Economia serbo Goran Knezevic martedì scorso. La mossa è fondamentale sia per la sopravvivenza dello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Kragujevac, che ha tagliato il suo personale di quasi un terzo questa estate  a causa del calo della domanda per i suoi veicoli, e per l’economia serba, che si basa su un sostegno significativo da parte di Fiat, il più grande esportatore del paese.

Una bella notizia per Fiat Chrysler Serbia

La scorsa settimana, gli analisti hanno detto a SeeNews che la recente riduzione della capacità produttiva di Fiat Chrysler Automobiles (FCA), una joint venture tra la Fiat in Italia e lo stato serbo, è un ostacolo al raggiungimento delle previsioni economiche della banca centrale per il 2017, che prevede la crescita ulteriore per rafforzare  ulteriormente il paese. Il Kazakhstan è stato l’unico paese dell’Unione Euroasia economica (EEU), un’unione doganale  composta da Bielorussia, Kazakistan, Russia, Armenia e il Kirghizistan, ad opporsi alle esportazioni duty-free della Serbia nella regione, perché voleva proteggere la produzione nazionale.

Tuttavia, il Kazakistan ha registrato una solida crescita nell’industria automobilistica di recente,  proprio per questo motivo alla fine è stato deciso  dal governo kazako che le auto prodotte in Serbia non sono concorrenza diretta alla produzione kazaka,  cosi come ha rivelato il ministro dell’economia kazako Kuandyk Bishimbayev, che ha parlato della questione alla riunione di Martedì nella Commissione mista serbo-Kazakhstan sulla cooperazione economica. Bishimbayev ha anche promesso che il paese avrebbe votato a favore della possibilità al prossimo Consiglio Economica Eurasiatica supremo.

Fiat Chrysler Serbia
Fiat Chrysler Serbia

Una volta che il Consiglio raggiunge la decisione, tutto ciò che rimane sono questioni tecniche, Knezevic ha spiegato. La possibilità di esportazioni duty-free di autovetture da Serbia a Russia è stato discusso durante i colloqui tra il primo ministro serbo Aleksandar Vucic e il presidente russo Vladimir Putin a ottobre 2014. Da allora la Serbia è stato in attesa di una decisione da parte del EEU. Insomma si tratta di una buona notizia per Fiat Chrysler e il suo stabilimento in Serbia dove viene prodotta anche Fiat 500L.