Fiat: dallo stabilimento di Termoli arrivano buonissime notizie

Fiat Termoli
Fiat Termoli

A Termoli nello stabilimento di Fiat Chrysler Automobiles le ferie ormai volgono al termine. Da quello che può essere considerato come lo stabilimento industriale più importante del Molise, che da lavoro ad oltre 2500 tra operai e tecnici, arrivano delle buone notizie. E’ stato infatti annunciato che nel corso del prossimo autunno, grazie ad un trend produttivo che può certamente essere considerato come buonissimo, altri 24 giovani saranno assunti con contratto interinale per lavorare nella fabbrica dove viene realizzato il nuovo motore T4, che tanto sta facendo parlare di se’ negli ultimi tempi appassionati e addetti ai lavori. Questi giovani dopo attenti colloqui di selezione saranno inseriti nelle linee produttive dello stabilimento di Fiat Chrysler, cosi come espressamente annunciato dai dirigenti del gruppo italo americano.

A Termoli 24 giovani fortunati inizieranno in questi giorni il loro percorso formativo in Fiat Chrysler

In questa maniera avrà inizio il loro percorso di inserimento nell’azienda metalmeccanica.  Le figure professionali interessate da queste nuove assunzioni sono molteplici. Fiat Chrysler cerca manutentori, ma anche generici e conduttori. Tra l’altro, a mettere in evidenza il buon periodo che sta vivendo Fiat Chrysler in Italia segnaliamo che nell’ultimo anno non è nemmeno la prima volta che un qualcosa di simile accade. Già a marzo e poi successivamente era accaduta la stessa cosa e sempre con contratti interinali.  Per il momento gli occupati saranno attivi sino a novembre ma comunque non si esclude che nel futuro questo rapporto di lavoro possa proseguire.

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

A Termoli cassa integrazione azzerata da Fiat Chrysler

Per Termoli dunque le cose vanno molto meglio del passato. Basti pensare che nello stabilimento Fiat del Molise la cassa integrazione è stata praticamente azzerata. Lo stesso numero uno del gruppo italo americano, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, ha parlato nei mesi scorsi di nuovi investimenti e dunque per il futuro di questo sito non si escludono nuove positive sorprese già a partire dai prossimi mesi. Ricordiamo che il Ceo di Fca come suo obbiettivo primario per l’Italia ha proprio quello di azzerare la cassa integrazione in tutti gli stabilimenti del gruppo presenti sul territorio italiano.

  • e adesso dove sono i sindacalisti anti-Marchionne????

    • umberto

      Dove sono sempre stati…. A dormire beatamente nella speranza che le cose vadano male e possano tornare a rompere le palle!!!…. D’altronde sono la parte inutile del sindacato!

  • Beppe

    24 raccomandati.Qualche perito,gente che viene dall’alberghiero che non sa neanche la differenza tra watt e volt. Richiamate persone che nei test di selezione,hanno avuto un punteggio irrisorio.C’est la vie.