Alfa Romeo: divorzio a sorpresa dalla concessionaria Fratelli Cozzi

Il celebre concessionario di Fiat Chrysler Automobiles a Legnano ‘Fratelli Cozzi’ divorzia a sorpresa da Fiat Chrysler Automobiles. Dopo oltre mezzo secolo di percorso condiviso la storica concessionaria di viale Toselli non fa più parte della rete del gruppo diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne. Si tratta di una notizia clamorosa, che rapidamente ha fatto il giro dell’Italia in questa calda domenica d’estate. La Fratelli Cozzi di Legnano, l’autoconcessionaria di viale Toselli che per decenni ha fatto parlare di se’ per il rapporto speciale instaurato in particolare con il marchio Alfa Romeo, tanto da avere creato pure uno storico museo Alfa Romeo sopra la concessionaria che contiene pezzi unici nella collezione del Biscione,  non fa più parte della rete di vendita di Fca. La conferma è arrivata dopo alcune indiscrezioni apparse nelle scorse ore sul web con l’annuncio  ufficiale da parte di Fiat Chrysler Automobiles spa che ha ufficialmente confermato  che la società Fratelli Cozzi «non fa più parte della rete autorizzata di vendite delle vetture Alfa Romeo».

Una notizia che ha colto tutti di sorpresa nel mondo di Alfa Romeo

Si tratta di una notizia che ha colto di sorprese tutti nel mondo dei motori italiani. Solo nelle scorse ore si era molto parlato del museo Alfa Romeo dei Fratelli Cozzi che racchiude secondo alcuni la vera anima del Biscione e che come detto è stato realizzato dal fondatore della concessionaria in oltre 50 anni di attività. Anche questo probabilmente fa parte del cambiamento dei tempi che a molti dispiace ma che alla fine a volte è inevitabile. Vedremo dunque se nei prossimi giorni arriveranno altre notizie su questa situazione di cui al momento non possiamo fare altro che prendere atto. Ricordiamo che Fiat Chrysler per il rilancio di Alfa Romeo sta pensando di attuare una nuova politica tesa a garantire una migliore rete di distribuzione delle vetture sul territorio al fine di poter lanciare sul mercato nel migliore dei modi le nuove automobili che andranno ad arricchire la gamma del Biscione nei prossimi anni, a partire dal primo Suv della sua storia: Alfa Romeo Stelvio. 

 

  • Non anno perso niente,deluso da Fiat

  • ILKönz

    Giustamente hanno già capito l’andazzo dei prossimi anni e hanno tagliato la corda prima che sia troppo tardi. Magari non un comportamento proprio onorevole, ma uno mica può fallire in nome “dei bei tempi passati”…
    Maglionne sta sperimentando finalmente sulla sua pelle cosa significa il business spietato. E questo è soltanto l’inizio.

    • umberto

      O forse tale concessionario non era all’altezza dl rilancio del marchio, perché nella tua continua avversione ai prodotti italiani neanche ti sei accorto che tale concessionario vende anche Bmw, e visto che marchionne sa perfettamente cosa bisogna fare per rilanciare l’Alfa Romeo sa perfettamente che chi deve rappresentare il marchio deve scegliere di stare con l’Alfa o con gli altri…..quindi semplicemente avranno scelto di stare con gli altri, se poi questa sia la scelta giusta o meno a me interessa poco, facciano quello che vogliono, o ci si crede o ci si toglie dalle scatole
      Ma tu che come al solito dimostri la tua ignoranza colossale e sei perennemente a raccontare balle cosa potevi scrivere se non di banca rotta…. Poverino sei proprio alla frutta…. Come i tuoi compari ladri e falsificatori di centraline, praticamente dei falsificatori seriali della verità e delle correttezza…. Quindi continua a scrivere le tue balle, sono reali come le centraline dei tuoi amichetti ….. Praticamente dei tarocchi che non valgono nulla!!!
      Dopodiché marchionne il business spietato lo conosce bene, a differenza tua che conosci solo le frottole …. Lui con lo stesso ha salvato la Fiat e quindi l’Alfa, spietato ma regolare, non come i tuoi amichetti falsificatori, che tu, visto che sei come loro, non ammetti neanche che sono dei porci inquinatori…… Poverino siete tutti e due alla frutta…. Tra poco vedrai che bella banca rotta, rimarrà la w seguita da una C….. Come peraltro già sono, tranne che per gli inutili esterofili che purtroppo ci sono e ragliano in continuo…..

    • Francesco Tarquinio

      vai a giocare a mosca ceca sull’ autostrada insieme a wintwork e crucchi vari….fate pena!!

      • umberto

        caro collega, il mentecato scrive che non vede i nostri messaggi….. che bello, lui non li legge, gli altri si … quindi rimane un povero mentecato, amico dei porci inquinatori e un piccolo ed ignorante soggetto che ha paura del confronto….. come i suoi padroni!

    • ILKönz

      Vedo che ci sono già due scimmie ammaestrate che stanno facendo casino qua sotto.
      Beh, cari miei, non posso leggervi, perchè siete bloccati, quindi non potrò nemmeno rispondervi.
      Tanto per chiarire, ecco l’elenco – momentaneo – degli utenti in questione (togliere prima gli spazi grazie) :

      ht t p : / / imgur . com/ohOTYsb

      Mi chiedo perchè non l’abbia fatto prima, ma meglio tardi che mai, suppongo… Aaah che bello finalmente poter scrivere in santa pace senza i soliti rompiscatole di mezzo 🙂

      • Des Troyer

        Il tuo periodo mestruale te lo vivi proprio male..

  • francesco

    Fai pace col tuo cervello,ammesso che ne hai……

  • francesco

    Fai pace col tuo cervello ammesso che tu ne abbia uno………..

    Alfa Romeo: il numero dei concessionari ufficiali scende. Nei prossimi anni il numero dei concessionari ufficiali esclusivi a
    livello mondiale passerà da 450 a 418.
    Il motivo di questa diminuzione è che solo chi rispetta determinati
    parametri potra’ avere l’ onore di vendere le auto marchiate Alfa Romeo

    Obiettivo migliorare la rete di vendita trasformando Alfa Romeo in un marchio globale

    • ILKönz

      Concessionari esclusivi… ma vi bevete tutte le chiacchiere del maglionne proprio con gusto eh…
      Negli USA se ne fregano dell’esclusività di un marchio straniero che a malapena potrà impensierire le loro Cadillac e Lincoln, senza contare le triadi premium tedesche e giapponesi che da quelle parti spadroneggiano allegramente.
      Eeh però l’esclusività… vuoi mettere?… Manco fossero delle Pagani…
      La verità è che non hanno soldi. Stop. Come non li avevano quando hanno cercato di sviluppare una coupè come la 4C con telaio in carbonio, nascondendosi appunto dietro la scusa dell’esclusività… e si sono visti i risultati, al massimo tra un paio d’anni sarà già un lontano ricordo.
      Che poi un concessionario con un museo dedicato voglio vedere dove cavolo lo trovano. Non è abbastanza esclusivo per loro? Perchè voi tifosi prezzolati date per scontato che sia stata FCA a scaricare i F.lli Cozzi, mica il contrario, per carità, il cielo non voglia!
      Sarà divertente parlare ancora di “esclusività” Alfa quando il suo proprietario tra qualche anno avrà gli occhi a mandorla 😉

      • Francesco Tarquinio

        genio audi in america conta come te qui UN C..O!!!

      • francesco

        ma chi ti vuole conoscere ..ma forse hai la coda e il cervello di paglia ecco perchè….fatti vedere….ma che sia uno bravo però