Alfa Romeo Stelvio: arriva la prima conferma ‘quasi’ ufficiale

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Ultimamente nel mondo dei motori si parla tanto di Biscione ed in particolare dei suoi nuovi modelli. Alfa Romeo Stelvio sarà il prossimo veicolo che uscirà dagli stabilimenti Fiat Chrysler Automobiles di Cassino, dove già viene prodotta la berlina Alfa Romeo Giulia, le cui quotazioni vengono date in salita, grazie ad un incoraggiante inizio delle vendite che hanno portato già all’esordio la nuova berlina del Biscione nella top ten dei veicoli più venduti, per quanto concerne la categoria delle berline di classe ‘D’ nel nostro paese. Oggi arriva la prima conferma ‘quasi’ ufficiale per quanto concerne Alfa Romeo Stelvio. Questo veicolo, come ormai sappiamo verrà presentato nel corso del prossimo autunno. Se fino a qualche giorno fa si pensava che il suo esordio potesse avvenire già a partire dal prossimo 1 ottobre al Salone auto di Parigi, oggi arrivano delle voci direttamente da dentro Fiat Chrysler Automobiles, secondo cui i dirigenti più importanti del gruppo italo americano diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne e presieduto dal Presidente John Elkann, avrebbero deciso di far debuttare il primo suv nella storia della celebre casa automobilistica di Arese direttamente negli Usa.

La location scelta per l’esordio di Alfa Romeo Stelvio sarà il Los Angeles Auto Show

La location scelta per questo evento a quanto pare è il noto evento automobilistico che si svolge in novembre a Los Angeles e che viene denominato ‘Los Angeles Auto Show’, considerato dagli addetti ai lavori come uno degli eventi motoristici più importanti del grande paese americano. Dovrebbe dunque essere quella la location scelta per l’importante esordio di Alfa Romeo Stelvio, che presumibilmente si mostrerà nella sua versione più potente Stelvio Quadrifoglio, la quale dovrebbe vantare il motore di derivazione Ferrari, già visto con la Giulia Quadrifoglio: V6, 2,9 litri 510 cavalli di potenza. Ribadiamo che la notizia proviene direttamente da dentro FCA, ma ancora non è stata ufficializzata, diciamo che al 99% le cose andranno esattamente come vi stiamo raccontando.

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Il primo suv nella storia del Biscione sarà acquistabile dalla prossima primavera

Ieri vi avevamo parlato di un nuovo video apparso sul web e precisamente su Youtube, che mostra il muletto camuffato del nuovo Alfa Romeo Stelvio nelle strade di una zona di campagna dell’Italia. Si tratta di uno dei primi video in assoluto che mostra il nuovo veicolo anche se in versione camuffata. La sua produzione a Cassino presso gli stabilimenti Fiat Chrysler Automobiles dovrebbero cominciare nel corso del prossimo mese di dicembre. Il suo debutto sul mercato invece, molto probabilmente avverrà agli inizi della prossima primavera. Il debutto europeo di questo veicolo potrebbe avvenire nel corso del Salone dell’automobile di Ginevra che avrà inizio i primi giorni di Marzo. Vedremo dunque quelle che saranno le novità su questa nuova e attesa automobile, che a detta di molti può essere considerata una sorta di prova del nove, dopo la berlina Giulia, di quelle che sono le reali potenzialità e possibilità del Biscione di tornare grande nel mondo dei motori dopo un decennio  o anche più di difficoltà.

  • Maurizio

    Sta arrivando!!! 🙂

  • umberto

    se sarà cosi sarà bella e sarà inutile produrre una Giulia sw!

    • Paolo Guidi

      Ciao Umberto bello è bello non ci piove , ma la Giulia sportwagon va fatta !

      • umberto

        Ciao Paolo penso che alla fine la faranno perché il mercato la chiede, ma a livello personale non mi attira una Giulia sw in quanto la “Stelvio” avrebbe le stesse funzioni e quindi sarebbe un inutile doppione….. Dopodiché da amante delle berline ” classiche” quando ho comprato la 159 ho optato, per la prima volta in vita mia, per la sw e ne sono più che felice, però non c’era la Stelvio …. Diversamente forse avrei comprato quella

  • DRAKEN.

    Continuate a inventarvi date e notizie pur di scrivere articoli vedo?? soprattutto Senatore .quanto paga blastingnews ad articolo? vedo che ne scrivi veramente tanti sai a furia di inventarsi e copiare notizie qualcuno si puo’ arrabbiare!