Alfa Romeo Giulia: il video sulle sospensioni

Philippe Krief, Responsabile dell’Ingegneria Alfa Romeo, racconta le sospensioni della nuova Alfa Romeo Giulia. Il responsabile precisa che in questo caso si è voluto ritornare alle origini del Biscione. Infatti è stato utilizzato un quadrilatero alto interamente realizzato in alluminio. Questo materiale è stato adoperat0, come precisa Philippe Krief sia per i bracci, che per i montanti e anche per il telaio stesso. La più grande innovazione che riguarda le sospensioni di Alfa Romeo Giulia sta nel fatto che il braccio inferiore non è un braccio fisico questo dunque comporta che in realtà il quadrilatero sia soltanto virtuale. In questa maniera si ottiene una risposta a dir poco elevata per il guidatore durante il ritmo di marcia.

Le sospensioni di Alfa Romeo Giulia garantiscono dinamismo e comfort

In questa maniera dunque si restituiscono a chi guida la nuova Alfa Romeo Giulia importanti indicazioni per quello che concerne il comportamento dinamico. Una cosa che ormai da un po’ di tempo era andata persa. Sempre per una questione di garantire un comfort più elevato possibile, per quanto concerne la parte posteriore si è deciso di optare per una soluzione multi link con 4 bracci e mezzo. In questa maniera si è voluto garantire un elevato comfort e anche un buonissimo dinamismo. Insomma anche in questo caso i tecnici del Biscione hanno optato per una soluzione che garantisse in parole povere una grandissima qualità complessiva. Anche in questo caso infatti nessun dettaglio è stato tralasciato per garantire ai guidatori della nuova berlina di segmento ‘D’ il meglio che la categoria possa offrire da questo punto di vista.

 

Alfa Romeo Giulia: i prezzi partono da 35.500 euro

Ricordiamo che la nuova Alfa Romeo Giulia è già ordinabile, a  prezzi che partono da 35.500,00 Euro, inoltre ricordiamo anche che la gamma risulta composta da cinque allestimenti: Giulia; Super; Quadrifoglio e altri due riservati al panorama delle flotte: Business eBusiness Sport. In questa prima fase di vendite della nuova berlina del Biscione con la quale la casa automobilistica di Arese tenta il rilancio nel mondo dei motori dopo anni difficili, a vettura si presenta sul mercato in  due versioni di un motore in alluminio da 2.2 litri diesel da 150 e 180 cavalli. Questi propulsori possono essere associati a un cambio manuale 6 rapporti o a una trasmissione automatica otto velocità. Questo ovviamente senza dimenticare la presenza in gamma del propulsore 2.9 litri V6 Bi-turbo da 510 cavalli legato a un cambio manuale sei rapporti. Questa soluzione ovviamente fa riferimento al modello top di gamma di Alfa Romeo Giulia, la Quadrifoglio.

La Giulia sbarca in UK

Per il resto ricordiamo che ieri Alfa Romeo Giulia ha fatto il suo esordio nel Regno Unito, in questo mercato il suo arrivo è previsto per il prossimo mese di ottobre. La Quadrifoglio qui avrà un prezzo che partirà da  59 mila sterline. Nel modello pensato per gli inglesi troveremo anche  il display da 3,5 o 7 pollici  che servirà per il controllo del quadro strumenti, mentre un altro schermo  sarà disponibile per il funzionamento del sistema infotainment tra cui spiccano indubbiamente Apple Car Play e Andoid Auto. Alfa Romeo Giulia dovrebbe compiere qualche giro a scopo promozionale nel corso di un celebre evento,  che si svolgerà a Goodwood  e che sarà in programma fino a domenica.

  • Alfa e alfa ……cosa dire di piu ???

  • Brevettata da loro… Alexander Desmosedici

  • Paolo Guidi

    È tradizione Alfa dotare le proprie vetture di un comparto sospensioni all’altezza del.marchio e della sua storia e sulla Giulia c’è anche un brevetto !

  • umberto

    le Alfa sono famose per la tenuta di strada…. quindi!