Fiat 500L: Sergio Marchionne parla della sua crisi

di -
fiat-500L

Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles ha parlato ieri a Venezia della crisi di Fiat 500L, un modello che aveva iniziato molto bene la sua carriera, ma che nell’ultimo anno ha dato segni di crisi profonda soprattutto per quello che concerne mercati come ad esempio quello americano. intervenuto oggi al Lido di Venezia nell’ambito del Consiglio Italia-Usa, Sergio Marchionne ha dichiarato che forse le aspettative per il mercato Usa erano troppo elevate per quanto concerne Fiat 500L, visto e considerato che il segmento delle monovolume attualmente è quello che soffre maggiormente della concorrenza dei Suv, che invece da qualche anno a questa parte vanno fortissimo nelle vendite.

La crisi di Fiat 500L crea problemi allo stabilimento serbo in cui il modello viene prodotto

Questa situazione che sta riguardando Fiat 500L finisce anche per avere dei risvolti drammatici per quello che concerne l’occupazione dello stabilimento in cui questo veicolo viene prodotto fin dall’inizio. Ci riferiamo ai tagli in programma per la fabbrica serba di Kragujevac dove nasce il modello Fiat, così come rivelato da importanti fonti sindacali del paese serbo. In pratica questo stabilimento a fronte di un calo molto forte nelle vendite, passerà da 3 a 2 turni giornalieri, dunque il rischio è l’esubero del 30% dei 3100 dipendenti che lavorano in quella fabbrica. Probabilmente come ha riferito lo stesso Sergio Marchionne vi è stata una sopravvalutazione del mercato Usa, dove nell’ultimo anno tra l’altro Fiat 500L ha perso il 63% di vendite rispetto all’anno precedente.

Fiat 500L
Fiat 500L: della sua crisi di vendite parla anche il numero uno di Fca Sergio Marchionne

Sergio Marchionne entusiasta dei risultati di vendita di Alfa Romeo Giulia e Maserati Levante

Per il resto Marchionne nel corso della medesima intervista ha parlato anche di Alfa Romeo Giulia e Maserati, dicendo che i primi dati di vendita sono molto confortanti e che dunque le due vetture stanno mantenendo le promesse con cui sono arrivate nel mondo dei motori. Ci sono buone probabilità che queste due vetture possano essere dunque protagoniste assolute nei prossimi mesi sul mercato auto per quello che concerne le vendite. G>ià grazie a questi risultati si cominciano a vedere i primi effetti benefici sugli stabilimenti Fca di Mirafiori e Cassino dove i due veicoli vengono prodotti e realizzati.

Le parole su Fiat Punto

Infine c’è spazio a Venezia per parlare anche di Fiat Punto. In questo caso Sergio Marchionne afferma che lui personalmente ha rivendicato la decisione di non avere portato avanti il progetto di una nuova generazione di questo veicolo. Secondo Marchionne rinnovare la Punto avrebbe portato Fiat Chrysler Automobiles a fare un grave errore, questo in quanto il mercato è totalmente cambiato. Lo stesso vale anche per un’altra Suv di dimensioni inferiori a quelle di Fiat 500X e Jeep Renegade. Per l’amministratore delegato c’è già Fiat Panda. Nessun annuncio invece è stato fatto sulla questione relativa alla guida autonoma, Il ceo si è limitato a dire che l’annuncio verrà fatto quando ci sarà qualcosa da annunciare.

 

 

 

  • ovvio fa cacare come macchina!!!!

  • Alessandro

    Io ne ho avuta una come auto sostitutiva,molto spaziosa e con un buon motore ci si viaggia bene ma ora va fatto un restailing profondo

  • don vito

    E tempo per un restyling profondo per la 500l…luci a led, touch screen da 8 pollici,sedili piu grandi e piu profilati,piu guidabile…..piu high tech.

  • Maurizio

    Io la trovo comunque ben adeguata a una famiglia. Con un aggiornamento potrebbe avere ancora una vita lunga.

  • Paolo Guidi

    A me è sempre piaciuta e per una famiglia dove si privilegia la funzionalità unità a una capacità di carico oltre all abitabilita , rimane in quella fascia una delle poche alternative .