Maserati richiama 26 mila auto negli USA

Maserati Ghibli
Maserati Ghibli

Arrivano brutte notizie per  Maserati dagli Stati Uniti. La gloriosa casa automobilistica del Tridente è stata infatti costretta a far partire un richiamo che, a quanto pare, riguarderebbe circa 26 mila vetture tra Maserati Ghibli e Quattroporte. Questo richiamo sarebbe avvenuto a causa di un difetto alle sospensioni che, se non si intervenisse in maniera tempestiva, potrebbe provocare danni o addirittura causare qualche incidente. Le indagini che hanno portato a questo richiamo, sarebbero state causate  da un sospetto rumore al retrotreno. In America questo rumore ha creato grande allarme in molti automobilisti e dunque Maserati ha dovuto necessariamente aprire un’indagine.

 Difetto di assemblaggio delle sospensioni posteriori per le vetture Maserati

In base alle prime indagini effettuate dalla celebre azienda motoristica modenese si è arrivati alla conclusione che tale rumorosità sarebbe dovuta principalmente ad un difetto di assemblaggio che riguarderebbe le medesime sospensioni posteriori. Probabilmente infatti l’attacco del tirante  potrebbe non essere stato stretto a dovere nel corso della delicata fase di montaggio. Dunque questa situazione potrebbe anche rivelarsi molto pericolosa in quanto non si può escludere che ad un certo punto la situazione degeneri portando ad un completo distacco del blocco sospensivo. Le conseguenze di tale situazione ovviamente sono facilmente comprensibili, proprio per questo motivo Maserati ha deciso di intervenire richiamando le 26 mila automobili. 

Maserati Quattroporte
Maserati Quattroporte e Ghibli: richiamo per 26 mila unità negli Usa a causa di un difetto nelle sospensioni posteriori

Non è il primo richiamo per Maserati negli Usa

Sono state  esattamente 26,464 le automobili richiamate negli Usa da Maserati, suddivise tra GhibliQuattroporte. Tra l’altro tali veicoli non è nemmeno la prima volta che sono oggetto di richiamo nel paese nord america. Già lo scorso anno un richiamo per i medesimi modelli era avvenuto in seguito ad un problema all’acceleratore.  Le vetture richiamate in America sono quelle costruite tra il giorno 1 Febbraio 2013 ed il giorno 18 Settembre 2015. Le vetture coinvolte dunque dovranno rientrare in officina, a partire da inizio Luglio, per una sostituzione preventiva dello snodo del tirante ed conseguente verifica del bullone incriminato. In questo momento non vi sono state segnalazioni di incidenti per tale motivo.