Alfa Romeo Giulia: i clienti preferiscono le top di gamma

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Ieri e l’altro ieri bagno di folla per Alfa Romeo Giulia nel primo ‘Porte aperte’ in concessionaria. Oltre 35 mila visitatori hanno dato il benvenuto sul mercato alla nuova berlina di segmento ‘D’. Molto contenti i vertici della casa automobilistica del Biscione, che hanno preso atto del boom, che non ha lasciato scampo ai venditori che hanno vissuto due giorni d’inferno con oltre 8 mila test drive effettuati da parte dei clienti interessati. Un dato messo in evidenza da Gianluca Italia, responsabile del Business Center Italy, che in pratica sarebbe la direzione commerciale che comprende tutti i brand venduti in Italia da Fiat Chrysler Automobiles, ha fatto molto scalpore.

Alfa Romeo Giulia: ecco i clienti come la vogliono

Ci riferiamo al fatto che fino ad ora per quanto concerne contratti stipulati per l’acquisto della nuova Alfa Romeo Giulia, è stato notato come il 90% di questi riguardi modelli top di gamma. I nuovi clienti del Biscione dunque a quanto pare non si sono fatti spaventare dai prezzi abbastanza importanti, puntando sull’acquisto dei modelli di più alta gamma tra le versioni attualmente previste nel listino di Alfa Romeo. Si tratta di una bella notizia per i dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles, con in prima fila proprio il numero uno Sergio Marchionne, i quali non fanno mistero di puntare forte per il rilancio della casa di Arese sulla nuova berlina del Biscione.

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: il 90% di chi l’ha già acquistata ha preferito i modelli top di gamma.

I primi clienti rubati ad Audi, Bmw e Mercedes

Altro dato molto interessante di cui vi parliamo in un altro articolo è che Alfa Romeo Giulia fino ad ora ha visto una prevalenza di clienti di età media più bassa, rispetto alle concorrenti della medesima categoria. Si parla infatti di un’età media di circa 55 anni, il 70% dei contratti conclusi prevede la permuta e il 50% viene fatto da clienti provenienti dalla concorrenza tedesca di Audi, Bmw e Mercedes. Insomma come inizio non c’è male, ci si augura che questo possa essere solo il primo passo verso un cammino fatto di successi per Alfa Romeo Giulia e più in generale per tutti i nuovi modelli che molto presto usciranno dagli stabilimenti italiani di Fiat Chrysler, a cominciare dal primo suv Alfa Romeo Stelvio, che vedrà la luce entro fine anno.

Per il Biscione parte la riscossa

Questo senza dimenticare che entro la fine del 2017 arriverà sul mercato anche il terzo veicolo del Biscione, al momento per non sappiamo ancora chi sarà il terzo modello ad arrivare dopo Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Questo lo scopriremo nel corso dei prossimi mesi, molto probabilmente già in autunno le certezze saranno maggiori da questo punto di vista. Nel frattempo si aspetta con trepidazione i primi dati di vendita di Alfa Romeo Giulia, la cui gamma sarà completata nel corso del prossimo autunno, con l’arrivo dei modelli turbo benzina, della Quadrifoglio con cambio automatico e delle versioni a trazione integrale.