Dopo la presentazione al Quirinale, la nuova Alfa Romeo Giulia è arrivata anche a Palazzo Chigi dove i vertici di FCA, il Presidente John Elkann e l’amministratore delegato Sergio Marchionne, hanno incontrato il premier Renzi. Il Presidente del Consiglio ha provato la Giulia e non ha perso l’occasione per sottolineare l’importanza del piano di rilancio di Alfa Romeo che mira al raggiungimento delle 400 mila unità prodotte all’anno (tutte in stabilimenti italiani) entro il 2018.

Ecco le parole con cui Renzi ha accompagnato la presentazione della Giulia e l’avvio effettivo del piano di rilancio del marchio italiano “L’Alfa Romeo è il simbolo dello stile, un modello. Il fatto che riparte è un grande messaggio di speranza per il Paese. La nostra speranza è che ci sia fame di Italia nel mondo e la ripartenza di Alfa Romeo è un messaggio per tutti gli italiani

Il ruolo di Alfa Romeo e, più in generale, di FCA nella crescita dell’economia italiana è centrale. Se altri settori industriali continuano a stentare, il gruppo italo-americano sta crescendo generando un importante indotto in tutto il paese. Ecco quanto dichiarato a tal proposito da Renzi: “Voglio esprimere gratitudine per gli investimenti che Fiat-Chrysler sta facendo, ne siamo orgogliosi. Questo settore sta trainando il Paese e i segnali sono molto positivi. Anche perché c’è tutto l’indotto che sta dietro l’innovazione italiana, pensiamo solo al lavoro nei porti per spedire in America le Jeep fatte in Italia, che sarà sempre più forte”.

alfa romeo giulia

La produzione industriale di auto in Italia può diventare il vero fattore trainante per la crescita dell’intero Paese. Stabilimenti come Melfi, Cassino, Pomigliano d’Arco, Mirafiori e Grugliasco stanno registrando un netto incremento dei lavori di produzione, a tutto vantaggio dell’economia nazionale. E’ bene sottolineare che, al momento, il piano di FCA è ancora piuttosto lontano dal suo completamento e, nei fatti, solo a Melfi la capacità produttiva dello stabilimento è stata raggiunta. Il debutto dell’Alfa Romeo Giulia può però diventare il simbolo di una crescita marcata che da Cassino, dove viene prodotta la berlina, potrà raggiungere tutti gli altri stabilimenti di FCA in Italia e, di conseguenza, tutte le aziende dell’indotto.

Per il momento, al di la delle parole dei rappresentati delle Istituzioni nazionali, non ci resta che attendere i primi riscontri commerciali, in Italia e nel resto d’Europa, della nuova Giulia. Le premesse sono ottime. La berlina ha tutte le carte in regola per giocarsela contro le principali vetture premium del mercato delle quattro ruote internazionale. Continuate a seguirci anche nel corso dei prossimi giorni per tutti gli aggiornamenti sul futuro di Alfa Romeo e della Giulia.

  • hahaha renzi , perche non si da fuoco quel ebete?tira la benzina dalla giulia e con l amico tuo datevi fuoco in macchina!

    • LeBaronSamedi

      Unisciti anche tu, visto che a stento parli in italiano. Però datevi fuoco fuori della Giulia, mi raccomando.

      • Paolo Guidi

        Lascia stare non meritano neanche la perdita di un commento

    • Fausto Recupero

      Ma tu commenti sempre così?
      Almeno sapessi scrivere correttamente…

  • マルキオンネ氏乗る(汗) RT “La ripartenza di Alfa Romeo è … #AlfaRomeo #Marchionne https://t.co/Qx4iVinR0E https://t.co/PeKcAwb2Cv

  • Renzi si fa bello con alfa…