Alfa Romeo Giulia First Edition: Specifiche e dettagli della versione di lancio

di -

Partono domani, martedì 3 maggio, gli ordini in Italia della nuova Alfa Romeo Giulia, la berlina di segmento D che, dopo una lunghissima attesa, è pronta a dare il via effettivo al piano di rilancio di casa Alfa Romeo che, dopo la Giulia, ha in programma l’arrivo di altri 7 modelli inediti sul mercato entro la metà del 2020. Per la fase di lancio, Alfa Romeo ha realizzato l’Alfa Romeo Giulia First Edition, ovvero una versione speciale della sua berlina basata sull’allestimento Super. 

I dettagli dell’Alfa Romeo Giulia First Edition non sono completamenti noti (maggiori informazioni arriveranno da domani con il debutto in concessionaria e l’apertura degli ordini della vettura) ma, come sottolineato da Alfa Romeo stessa nel comunicato ufficiale rilasciato alcuni giorni fa, questa versione speciale sarà disponibile in due differenti configurazioni con l’obiettivo di soddisfare al massimo gli Alfisti che per primi acquisteranno la nuova Giulia.

La prima variante dell’Alfa Romeo Giulia First Edition potrà contare, di serie, su cerchi in lega sportivi, fari Bi-Xenon e pinze freno colorate, tutti elementi non inclusi nella dotazione della Giulia Super. La seconda configurazione della Giulia First Edition presenta, invece, il sistema di infotainment Alfa Connect 8,8” RadioNAV. Si tratta dello stesso sistema montato, di serie, solo dalla Giulia Quadrifoglio, la versione top di gamma della berlina. La seconda versione della Giulia First Edition può contare, inoltre, sui sedili in pelle non presenti nella Giulia Super. I prezzi della Giulia First Edition non sono stati comunicati ma dovrebbero coincidere con il listino della Giulia Super.

Per tutti i dettagli sull’allestimento Super e sulle altre versioni della Giulia potente consultare il nostro speciale d’approfondimento: Alfa Romeo Giulia: La dotazione di serie di tutti gli allestimenti ed i pack aggiuntivi

Alfa Romeo Giulia (1)

Ricordiamo, in ogni caso, che la nuova Alfa Romeo Giulia arriva sul mercato italiano in cinque differenti allestimenti (Giulia, Giulia Super, Business, Business Sport e Quadrifoglio) e con tre motorizzazioni (2.2 Turbodiesel da 150 e 180 CV e 2.9 V6 da 510 CV della Quadrifoglio). Per il momento non sarà disponibile il 2.0 Turbo benzina da 200 CV già annunciato al Salone di Ginevra dello scorso mese di marzo. In futuro, probabilmente nella seconda parte dell’anno, il listino della Giulia si arricchirà con il debutto della trazione integrale, del nuovo 2.2 Turbodiesel da 210 CV e di nuove varianti di potenza del 2.0 Turbo benzina. Ricordiamo che il listino ufficiale della Giulia parte da 35.500 Euro necessari ad acquistare la versione base della berlina (il nome dell’allestimento è Giulia) con motore diesel da 150 CV. Continuate a seguirci anche nel corso dei prossimi giorni per tutte le novità e gli aggiornamenti  legati al debutto sul mercato italiano dell’Alfa Romeo Giulia, la berlina che segna la partenza del piano di rilancio di casa Alfa Romeo.

  • Giuseppe Danese

    “…il listino della Giulia si arricchirà con il debutto della trazione posteriore,…” Credo ci sia un refuso…

    • Davide Raia

      Aggiornato, grazie 😀

  • Clauder

    D’accordo che “il benzina” su macchine del genere “tira” poco a livello di vendite, ma nemmeno un motore già collaudato si poteva mettere? in attesa del 2000 cc. (se mai arriverà) per settembre.

  • paomirtillo88

    Meraviglia!!!