Tempo di saldi primaverili in casa Fiat che, dopo l’offerta lancio dedicata alla Fiat Tipo 5 porte, presenta una nuova interessante promozione dedicata questa volta alla sempre valida Fiat Punto, un’auto oramai prossima alla fine della carriera ma che riesce a mettere insieme ancora significativi risultati di vendita. Sino al prossimo 30 aprile, Fiat propone la sua Fiat Punto al prezzo di 4.800 Euro, cifra che corrisponde al 50% del prezzo promozionale. Il cliente potrà tenere la vettura per due anni senza versare alcuna rata mensile e, terminato il periodo promozionale, potrà decidere se restituire la Punto o versare la seconda “maxi-rata” da 4.800 Euro per completare l’acquisto. Da notare che non è previsto un finanziamento sulla cifra iniziale da versare mentre la seconda rata potrà essere finanziata alle condizioni migliori del mercato vigente. Come al solito tutti i dettagli finanziari della promozione li trovate in un qualsiasi concessionario aderente all’iniziativa o, in alternativa, sul sito ufficiale di Fiat. Il modello di Fiat Punto oggetto della promozione presenta il motore 1.2 da 69 CV Euro 6, carrozzeria 5 porte (la Punto 3 porte non è in produzione già da diversi mesi), climatizzatore e radio. 

La nuova generazione arriva tra qualche anno

Chi sottoscriverà questa promozione, tra due anni potrebbe valutare anche l’acquisto della nuova generazione della Fiat Punto. Sebbene non vi sono informazioni ufficiali da parte di Fiat, sappiamo già che la segmento B del marchio italiano uscirà presto dalle linee di produzione dello stabilimento di Melfi dove saranno prodotti unicamente 500X e Jeep Renegade.

Fiat starebbe lavorando anche alla nuova generazione della Punto che, come detto in precedenza, non è ancora mai stata confermata ufficialmente. La nuova segmento B di casa Fiat dovrebbe, secondo le ultime indiscrezioni, nascere dalla piattaforma della Tipo da cui dovrebbe ereditare la filosofia “Value for Money”, molti elementi tecnici e lo stesso sito di produzione, a Bursa in Turchia. La nuova generazione della Fiat Punto potrebbe configurarsi come una vera e propria “world car” pensata per mercati emergenti ma in grado di ritagliarsi il suo spazio anche in Europa sfruttando un rapporto qualità/prezzo superiore alle dirette rivali. Maggiori dettagli in merito alla futura Punto emergeranno, senza dubbio, nei prossimi mesi.

  • Federico Facchinetti

    Che triste fine per un’auto che ho avuto personalmente, nata con un gran telaio (teneva la strada da Dio anche la 1.2 69cv!!), senza un’erede, in un segmento dominato dalle straniere (Fiesta, Clio, Polo, Mazda2, i20…) purtroppo la Punto (o la Grande Punto) era nata dall’inizio senza sviluppo serio: dalla mancanza cronica dei fari lenticolari (ce le avevano tutte le altre), al primo orribile restyling (con il paraurti con il “labbro siliconato”), alla retromarcia, ma con le prese d’aria di dimensioni diverse sopra e sotto…. fino alla morte del diesel (che forse poteva rendere un po’ più appetibile, almeno per chi ci lavorava…)
    Prendete la prima serie, metteteci un bel display 7″ dentro, i fari lenticolari aftermarket (che molti hanno montato), i motori Euro 6 (se ci sono per 500 potrebbero esserci anche per Punto) ed un paraurti con mascherina singleframe (come molti possessori hanno modificato) ed avreste un’auto ancora attuale!!

  • ILKönz

    Iniziano le svendite di fine attività, siòre e siòri! Approfittino ora, che poi il negozio chiude!