Il primo trimestre del 2016 si chiude in modo positivo per FCA anche negli Stati Uniti. Il gruppo italo-americano, infatti, riesce a proseguire nel suo programma di crescita mettendo insieme risultati di vendita decisamente notevoli. Al termine dei primi tre mesi del 2016, grazie ad un buon mese di marzo, FCA ha venduto un totale di 551,103 unità negli USA migliorando del +8.9% i dati di vendita del primo trimestre del 2015. Da notare che il gruppo riesce a far meglio della media del mercato statunitense che cresce del +3.4%.

FCA, inoltre, riesce a staccare nettamente, per crescita percentuale, i gruppi rivali. General Motors registra vendite stabili rispetto al 2015 (683,698) mentre Ford migliora del +8.4% per un totale di 641,587 unità vendute. Calo del -1.1% per Toyota che si ferma a 569,079 conservando la terza posizione negli USA, davanti proprio ad FCA che precede Nissan (400,204 e +8.9%) e Honda (357,703 e +7%). Gli effetti del dieselgate pesano tantissimo sulle vendite di Volkswagen che perde il -7% fermandosi a 111,789 unità vendute.

Continua la crescita di Jeep, forte calo per Chrysler

A trainare le vendite di FCA è, ancora una volta, Jeep che con 209,597 unità vendute registra un passo in avanti del +17.3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A garantire la crescita di Jeep ci pensa la Renegade che, ricordiamo debuttò negli USA nel marzo dello scorso anno. In questo 2016, il crossover prodotto a Melfi a già raggiunto quota 21,951 unità vendute. Tra gli altri modelli, da notare anche la crescita dell’8%, per un totale di 47,050 unità vendute, dell’ammiraglia Grand Cherokee.

jeep grand cherokee

Brutte notizie dal brand Chrysler che, dopo un buon 2015, inizia male l’anno con un primo trimestre in cui le vendite si fermano a 65,506 con un calo percentuale del -20% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Crescono del 14% le vendite di Dodge RAM che può contare su 266,822 unità vendute nel trimestre. 

Marchi italiani: Crolla Fiat, torna a crescere Maserati

Passiamo ora ai brand italiani di FCA impegnati negli USA. Fiat continua il suo difficilissimo periodo oltreoceano con un primo trimestre nero che si chiude con appena 9,009 esemplari venduti ed un calo del -18.4% rispetto ai dati del primo trimestre dello scorso anno. Per Alfa Romeo, in attesa del debutto della Giulia, registriamo 169 unità vendute negli USA tra 4C Coupé e Spider.

Alfa Romeo 4C Spider

Maserati, invece, dopo un 2015 difficile, ha cambiato marcia quest’anno raggiungendo un totale di 2.250 unità vendute nel primo trimestre che si traducono in una crescita del +16.6% rispetto allo scorso anno. Bene anche Ferrari che cresce del 4%.