Jeep: Confermato il nuovo target di vendita, 2 milioni di unità all’anno entro il 2018

di -

I buoni risultati di vendita di FCA nel 2015 si accompagnano al successo straordinario ottenuto da Jeep in un anno che, di fatto, segna la consacrazione del brand americano come marchio globale pronto ad ergersi a punto di riferimento di tutta la produzione del gruppo italo-americano. Marchionne non ha voluto approfondire il discorso legato al target di vendita di FCA (7 milioni di unità vendute all’anno entro il 2018) ma si è soffermato, unicamente, sul target di vendita di Jeep che, rispetto ai piani del 2014, passa da 1.9 milioni di unità vendute all’anno a 2 milioni di unità vendute. Tale obiettivo dovrà essere raggiunto entro il 2018. Il trend di crescita di Jeep, che ha chiuso il 2015 con 1,238 milioni di unità vendute in tutto il mondo (+22% rispetto al 2014) è netto e costante e, grazie all’arrivo di alcuni modelli inediti, il brand dovrebbe incrementare ulteriormente la sua presenza sul mercato. Non ci stupiremo, quindi, se il prossimo anno FCA possa nuovamente rivedere gli obiettivi di vendita di Jeep verso l’alto. Jeep Renegade Nigh Eagle 23

Per sostenere la domanda del mercato, la gamma FCA, in particolar modo negli USA, si evolverà rapidamente nel corso dei prossimi anni con l’uscita di produzione delle berline Chrysler 200 e Dodge Dart, basate sull’Alfa Romeo Giulietta, in favore di nuovi progetti, in gran parte a marchio Jeep. Il brand americano, infatti, nei prossimi anni presenterà il nuovo SUV a sette posti Jeep Grand Wagoneer, un progetto fondamentale per compiere un nuovo passo in avanti negli USA ed in Canada, e la nuova generazione della Jeep Wrangler, rinviata negli scorsi mesi ed attesa sul mercato nel 2018. Jeep, negli USA, punta anche al mercato dei pick-up, con un progetto tutto nuovo, e si appresta a rinnovare la gamma di Cherokee e Grand Cherokee con un importante restyling.

Il processo di crescita di Jeep non è solo finalizzato al Nord America. Il marchio, infatti, ha superato quota 100 mila unità vendute sia in Europa che in Asia e ora punta a diventare sempre di più un marchio globale. Per raggiungere quest’obiettivo, l’attuale piano industriale di Jeep prevede una forte delocalizzazione della produzione, una scelta che ha portato FCA a produrre la Jeep Renegade (uno straordinario successo in tutto il mondo) a Melfi, in Brasile e, in futuro, anche in Cina. E’ proprio in Cina che, negli ultimi mesi, Jeep ha iniziato anche la produzione della Jeep Cherokee per i mercati asiatici e, nei prossimi anni, oltre alla Renegade, completerà la gamma con un terzo modello al fine di continuare il programma di crescita. In Europa l’obiettivo è fissato a quota 200 mila unità vendute all’anno entro il 2018.

Il prossimo appuntamento dell’agenda Jeep è rappresentato dal debutto del nuovo SUV basato sulla stessa piattaforma, con passo allungato, della Jeep Renegade. Questo nuovo modello sarà un elemento essenziale per la crescita del marchio nei prossimi anni ed andrà ad occupare nella gamma del brand un posto compreso tra la Renegade e la Cherokee. Stando a quanto emerso in queste ultime settimane, il nuovo  SUV di casa Jeep debutterà in pubblico a fine marzo, in occasione del Salone dell’auto di New York per poi arrivare sul mercato internazionale tra la fine del 2016 ed i primi mesi del prossimo anno. Continuate, quindi, a seguirci con attenzione per ricevere tutti gli aggiornamenti legati alle novità che Jeep porterà sul mercato in futuro nel tentativo di raggiungere il nuovo target di vendita impostato da FCA,pari a 2 milioni di unità vendute all’anno. Maggiori dettagli arriveranno già nei prossimi giorni.

  • beppedelp

    2 millioni non è poco, ma secondo me ce la faranno con l’arrivo del nuovo modello in arrivo (quello che prende il posto compass/patriot).