Alfa Romeo Giulietta, tempi lunghi per la nuova generazione

di -

Oramai è ufficiale. Il piano di rilancio di Alfa Romeo è stato rinviato e la gamma completa del brand, che prevede 8 modelli inediti, arriverà soltanto nel 2020 e non più nel 2018 come previsto dal piano industriale presentato poco meno di due anni fa. Tra le informazioni rivelate ieri da FCA, oltre alla conferma scontata del debutto della Giulia nel 2016 e dell’arrivo del D-SUV tra fine 2016 ed inizio 2017 (originariamente la data di lancio del secondo modello era prevista per metà 2016), troviamo anche un interessante spunto di riflessione legato alla nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta, ovvero la nuova segmento C a trazione posteriore destinata a diventare la best seller, in Europa, del marchio italiano.

Sul finire del 2015, diversi rumors evidenziavano la possibilità di un’accelerazione nello sviluppo della nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta per controbilanciare i ritardi dei modelli di alta gamma della futura Alfa Romeo, la nuova ammiraglia ed il SUV di segmento E, ritardati ufficialmente a causa del rallentamento del mercato cinese e di una rete di distribuzione non ancora sufficiente a soddisfare l’eventuale domanda. Dai nuovi dettagli rivelati ieri, la futura generazione dell’Alfa Romeo Giulietta viene collocata in un periodo di tempo molto generico 2017-2020 e senza alcuna data di presentazione precisa. 

In sostanza, al momento, anche la nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta può essere considerata, di fatto, in stand by in attesa del debutto della Giulia e del D-SUV. Per ora quindi possiamo ritenere privi di fondamento le indiscrezioni delle scorse settimane che ipotizzavano un possibile debutto ad inizio 2017 per la nuova Alfa Romeo Giulietta. La nuova segmento C continuerà il suo sviluppo ma difficilmente arriverà sul mercato a breve termine. Nel migliore dei casi, infatti, la nuova Giulietta sarà pronta per la fine del 2017 ma un debutto nel 2018 non ci sorprenderà di certo. 

Il ritardo nell’arrivo di una nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta potrebbe diventare una delle prime occasioni sprecate per la nuova Alfa Romeo. Il mercato europeo, ovvero il principale mercato per la futura segmento C, è in netta ripresa ed anche nel 2016 dovrebbe continuare il suo marcato trend di di crescita, accentuato nel segmento premium dove marchi come Audi, BMW e Mercedes hanno chiuso il 2015 con una crescita percentuale compresa pari a, rispettivamente, +5,6%, +8% e +13%. La nuova generazione della Giulietta che, così come la Giulia, dovrebbe caratterizzarsi come un concentrato unico di stile e sportività con contenuti decisamente più premium rispetto al modello attualmente in commercio, potrebbe sfruttare appieno la crescita del mercato europeo e garantire, sin da subito, importanti volumi di vendita. La speranza, in ogni caso, è che il successo commerciale della Giulia, che ci auguriamo possa diventare una best seller già nei primi mesi di commercializzazione, possa spingere Alfa Romeo ad accelerare i lavori di sviluppo della nuova Giulietta, avvicinando così il completamento della gamma del brand.

Alfa Romeo Giulietta restyling, debutto a Ginevra 2016

Se la nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta arriverà non prima del 2017 (ribadiamo, nel migliore dei casi), la gamma del marchio italiano registrerà tra poche settimane, nel corso della prossima edizione del Salone di Ginevra 2016, il debutto del restyling dell’attuale generazione della Giulietta che, a meno di sorprese, dovrebbe limitarsi ad un leggero facelift, ispirato alla Giulia, ed a piccole novità alla gamma di motorizzazioni ed alla dotazione. La nuova Giulietta restyling avrà il compito di migliorare i discreti risultati ottenuti nel 2015 in Europa e di prolungare la carriera dell’attuale segmento C di casa Alfa Romeo almeno sino alla fine del 2017. Il nuovo restyling che debutterà a Ginevra sarà, quindi, l’ultima evoluzione dell’attuale generazione della Giulietta. Il lancio commerciale della vettura, dopo la presentazione di inizio marzo, dovrebbe essere previsto per la fine della primavera in parallelo al debutto della nuova MiTo restyling.

Maggiori dettagli in merito alla nuova Giulietta restyling al debutto ad inizio marzo ed alla nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta emergeranno, senza alcun dubbio, già nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguire ClubAlfa.it per tutti gli aggiornamenti in merito al futuro della segmento C di casa Alfa Romeo.

  • Io non capisco!!Tutti gli altri sfornano modelli a go-go e noi per lanciarne un paio la via crucis!!

    • Maurizio

      Facciamone una alla volta, ma super bene però. Prima la Giulia.

  • Antonio Spertino

    dai ragazzi, ce la facciamo, questo 2016 è la svolta!

  • don vito

    Se non hai know how e soldi e cosi….tutto questo circus e una farsa.

  • ILKönz

    Mi sembra tutto così surreale che ormai non so più quali epiteti affibbiare al filosofo e ai suoi inutili portaborse.

  • Si capisce benissimo che da parte dei vertci FCA, non traspare nè la voglia e nè il coraggio di investire e progredire.

  • beppedelp

    Lunga vita alla nuova Giulietta!

  • light767

    Veramente indifendibili, vengano le attenuanti per il ritardo del D-SUV ( di cui per inciso non me ne può fregar personalmente di meno ma porta sempre lavoro al marchio quindi tant’è), venga il ritardo per la berlinona di segmento E ( certi macchinoni se non sai in che mercato piazzarli sono impegnativi da realizzare) ma la rinviare la nuova giulietta è pazzia pura. La nuova giulietta è il vero modello del rilancio del marchio perché anche la GIulia non può fare certo numeri da capogiro e dio solo sa quanto questo marchio ha bisogno di mettere in giro un po’ di macchine con il suo spettacolare logo sopra. Come al solito Marchionne pecca sempre di pura tirchieria quando c’è da investire, tant’è vero che ora come ora avrebbe dovuto tirare fuori pure la nuova Punto per il marchio Fiat visto che il mercato europea sta tirando un po’. I marchi tedeschi sono diventati inarrestabili a furia di sfornare modelli aggiornati e nuovi a nastro ( anche se poi quello che cambiava era una linea tesa in più o poche altre cose), qua in FCA un modello dura 10 anni.

    Fossi Marchionne metterei tutta Alfa a lavorare notte e giorno per sfornare la nuova giulietta trazione posteriore a fine 2016, la verità è che ora hanno speso 3 lire per fare l’inutilissimo aggiornamento con il nuovo (brutto) trilobo all’attuale Giulietta e non sia mai che non la si tenga fuori in commercio per altri 2 anni.

  • Francesco Tarquinio

    La Giulietta t.p. non la si vedra’ prima del q4 2017 a livello di giulia presentata anche perche’ l’ attuale nonostante il prossimo restyling non puo’ reggere piu’ di 2 anni.
    Nome in codice 962 nel suo segmento anche un crossover sono progetti legati.

  • orazio.bacci

    Datemi ascolto che mi chiamo di nome come Satta Puliga,fate la Giulietta,già che ci siete realizzate la Giulietta Ibrida,il tempo per progettare,adesso che è tutto rimandato al 2020 circa,non dite che non l’avete!