Ferrari: Liste d’attesa troppo lunghe, aumento della produzione in vista

Ferrari 488 GTB

Ferrari sta attraverso un periodo davvero fondamentale della sua storia con la progressiva separazione da FCA conclusasi in questi giorni. Il presidente della casa di Maranello, nonché amministratore delegato di FCA, Sergio Marchionne nel corso di un’intervista rilasciata a margine del Salone dell’auto di Detroit, il primo evento fieristico del mondo delle quattro ruote in questo 2016, ha evidenziato alcune possibili novità per le strategie future di Ferrari. 

Stando a quanto dichiarato da Marchionne, infatti, la lista d’attesa attuale di Ferrari sarebbe diventata troppo lunga. Al momento, infatti, per acquistare una nuova vettura prodotta a Maranello è necessario attendere dai 15 ai 18 mesi a seconda del modello, tempistiche eccessive, persino per un brand ultra esclusivo come Ferrari, che rischiano di diventare un disincentivo per alcuni potenziali acquirenti che potrebbero virare su altre alternative per evitare l’attesa di circa un anno e mezzo per vedersi consegnata una nuova Ferrari.

Il futuro di Ferrari è legato a come si evolverà, nel corso dei prossimi mesi, la domanda del mercato. Nel caso in cui, come avvenuto in questo 2015, si dovesse registrare un ulteriore incremento della domanda, il marchio di Maranello potrebbe valutare anche un incremento della produzione che potrebbe raggiungere quota 9 mila unità all’anno il tutto senza mai dimenticare il pensiero di Enzo Ferrari secondo cui bisogna sempre vendere un’auto in meno rispetto a quanto richiede il mercato. Per ora, è bene sottolineare, le parole di Marchionne rappresentano soltanto un’ipotesi di sviluppo futura di Ferrari.

Il possibile incremento della produzione, infatti, è strettamente legato ad un consistente incremento della domanda da parte del mercato. In nessun caso, infatti, Ferrari intende aumentare il numero di vetture prodotte per soddisfare tutte le richieste del mercato. La lista d’attesa per acquistare un nuovo modello della casa italiana continuerà ad essere molto lunga ma, nel corso dei prossimi anni, potrebbe ridursi di qualche mese. A giocare un ruolo importante nelle scelte future del marchio potrebbero essere anche le nuove vetture che, a partire dal prossimo Salone di Ginevra 2016 di marzo, Ferrari presenterà sul mercato dopo un 2015 che ha visto il debutto della 488 GTB, della 488 Spider e della F12 tdf, la supercar realizzata in appena 799 esemplari tutti venduti ancor prima che la casa di Maranello ne annunciasse ufficialmente il prezzo di vendita. Continuate a seguirci con attenzione anche nei prossimi giorni per tutti gli aggiornamenti sulle novità in arrivo per Ferrari.

  • orazio.bacci

    La Ferrari 488 GT e veramente speciale,linea,potenza,veramente inbroccata!Prima o poi la vedrei bene Ibrida.