Ferrari 488 GTB, vendite temporaneamente sospese negli USA

Ferrari 488 GTB

Nuovi problemi per Ferrari negli USA. Dopo il richiamo di circa 180 unità di Ferrari California T avvenuto nei giorni scorsi, la casa di Maranello ha ufficializzato di aver temporaneamente sospeso le  vendite e la distribuzione della Ferrari 488 GTB oltreoceano. Le ragioni di questa scelta sono strettamente collegate al richiamo della California T che monta, infatti, lo stesso propulsore 3.9 V8 biturbo afflitto da un potenziale rischio incendio legato ad una possibile perdita di carburante nel vano motore  dovuto ad un condotto di adduzione della benzina non correttamente collegato alla pompa.

Il difetto di fabbricazione di questo componente, montato come detto sul motore della Ferrari California T e della Ferrari 488 GTB, ha costretto la casa di Maranello ad agire rapidamente. Dopo aver contattato tutti i possessori di unità di California T da revisionare, infatti, Ferrari ha deciso di interrompere la distribuzione negli USA della Ferrari 488 GTB al fine di risolvere il problema prima dell’effettiva commercializzazione della vettura. Le unità di Ferrari California T afflitte da questo problema sono 185 e sono state prodotte tra il settembre ed il novembre di quest’anno mentre le unità di Ferrari 488 GTB in  corso di revisione sono 119 e sono state prodotte dal 9 settembre al 6 novembre.

Niente di grave per Ferrari che sta provvedendo alla sostituzione del pezzo difettoso a proprie spese. I fortunati acquirenti di California T e 488 GTB dovrebbero ricevere le loro vetture nelle prime settimane del prossimo anno. Il 2015 di Ferrari è stato, da questo punto di vista, piuttosto sfortunato. La casa di Maranello, infatti, in estate ha dovuto fare i conti con alcuni difetti di fabbricazione di airbag di molte vetture già sul mercato. Tale problema ha generato un maxi richiamo di ben 800 unità negli USA ed un richiamo di circa 70 unità in Cina. Continuate a seguirci per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle novità future di Ferrari.