Maserati, il primo motore ibrido debutterà nel 2017 sul SUV Levante

Il prossimo anno sarà un anno fondamentale per il futuro di Maserati che presenterà, in marzo al Salone di Ginevra, il nuovo SUV Maserati Levante, un veicolo essenziale per il raggiungimento del target di vendita di 75 mila unità vendute all’anno entro il 2018. Tutte le attenzioni di stampa e appassionati sono, quindi, concentrate sul 2016 e sul nuovo Levante ma Maserati sta già lavorando ad importanti novità per il 2017, anno che registrerà il debutto del primo motore ibrido che debutterà su diversi modelli dell’azienda italiana.

A confermare quella che era a tutti gli effetti un’indiscrezione, è stato il capo ufficio stampa di Maserati Davide Cluzer che ha ribadito che Maserati avrà il suo primo motore ibrido nel 2017. Per ora le informazioni in merito a questo nuovo propulsore ibrido sono praticamente nulle. La casa italiana non ha, di fatto, rivelato alcun dettaglio legato alla sua prima unità ibrida a debuttare in listino. Tra le ipotesi più accreditate vi è la possibilità che il primo motore ibrido di Maserati possa debuttare, proprio nel 2017, sul nuovo SUV Maserati Levante che, quindi, andrebbe a ricevere, a circa un anno dal suo debutto sul mercato, un importante aggiornamento con l’introduzione in listino di un’inedita motorizzazione ibrida in grado di garantire un ulteriore passo in avanti alle vendite del brand. Maserati Alfieri

Non possiamo però trascurare una seconda ipotesi che potrebbe concretizzarsi subito dopo la prima. Il nuovo motore ibrido in sviluppo da parte di Maserati potrebbe fare il suo debutto anche sulla futura Maserati Alfieri, la coupé, inizialmente nata come concept car, che secondo gli ultimi rumors dovrebbe essere pronta per la produzione entro il 2018. L’Alfieri, che sarà realizzata anche in versione spider (probabilmente nel 2019) dovrebbe essere la seconda Maserati a poter contare su di una motorizzazione ibrida.

Maserati Ghibli e Quattroporte, un futuro ibrido

Il futuro di Maserati, in ogni caso, è legato all’ibrido che rappresenta una risorsa molto importante per il brand ed il suo processo di crescita. E’ cosi che anche la Ghibli, la best seller della casa italiana, e l’ammiraglia Quattroporte, vera e propria icona del brand, dovrebbero ricevere questa nuova motorizzazione ibrida in grado di garantire un nuovo salto qualitativo e quantitativo all’offerta di casa Maserati. E’ bene sottolineare che, almeno per il momento, dettagli precisi in merito non sono disponibili. Tutti gli aspetti tecnici della futura motorizzazione ibrida che andrà ad arricchire la gamma di Maserati non sono noti e, con ogni probabilità, non lo saranno prima della fine del prossimo anno.

Maggiori dettagli in merito ai piani futuri di Maserati ed al debutto del primo motore ibrido del marchio italiano potrebbero emergere già in occasione della presentazione ufficiale del nuovo Maserati Levante che, come anticipato in precedenza, farà il suo debutto in pubblico in occasione del prossimo mese di marzo, durante il Salone dell’auto di Ginevra 2016. Continuate, quindi, a seguirci per saperne di più sul futuro di uno dei brand di riferimento per tutto il mondo delle quattro ruote.

  • light767

    Le motorizzazioni ibride sono un bene perchè il gruppo era rimasto molto indietro su questo aspetto, spero che ci sarà scambio tecnologico tra Ferrari ( che sta spendendo uno sproposito sull’ibrido per la F1) e il centro ricerche FIAT. Per i modelli maserati molto più sensato portare l’ibrido su ghibli, quattroporte e suv, meno sulla levante che è una coupe ( ed è anche una delle macchine più belle di sempre secondo me)

  • francesco

    Entro il 2020 ” tutte le case automobilistiche” ,dovranno avere un ibrido
    ogni tot modelli ,quindi tra 12/24 mesi se ne vedranno delle “belle” per
    Maserati e non solo !!