Ferrari, ottimo esordio a Wall Street

Esordio a tutta velocità, e non potrebbe essere da meno, per Ferrari a Wall Street che chiude la sua prima giornata di contrattazione con un ottimo +15% ed il titolo che ha superato i 60 dollari nelle prime ore di contrattazione e titoli che, verso le 16, si sono stabilizzati su quota 55,57-70 dollari (+7,25-50%) partendo dai 52 dollari dell’ipo. Il tradizionale suono della campanella di Wall Street ha registrato la presenza di tutta la dirigenza della casa di Maranello con Sergio Marchionne, John Elkann, l’amministratore delegato Amedeo Felisa e Piero Ferrari ad aprire la seduta. Marchionne si è mostrato sin da subito entusiasta dello sbarco a Wall Street di Ferrari “Oggi è una grandissima giornata, vedere Wall Street piena di Ferrari è una cosa eccezionale che sarebbe stata impensabile 10 anni fa, la conclusione di un grandissimo periodo di sogni che abbiamo portato a casaferrari wallstreet

In un’intervista a Cnbc, l’amministratore delegato di FCA ha sottolineato come, per il futuro, Ferrari si concentrerà sulla crescita della domanda al fine di garantire un’ulteriore crescita del marchio Ferrari del mondo anche perché, come sottolineato dallo stesso Marchionne, “la concorrenza non è all’altezza di Ferrari“. A margine del debutto di Ferrari a Wall Street, Marchionne, che nei mesi scorsi fu indicato da diverse indiscrezioni come futuro amministratore delegato di Ferrari in sostituzione di Felisa, si è soffermato anche sul capitolo legato al futuro CEO di Maranello “Noi abbiamo un ad di Ferrari, Amedeo Felisa, che vorrei ringraziare perché queste macchine le ha fatte lui, lui è il meglio che c’è e dobbiamo molto a lui. Bisogna arrivare a un meccanismo di successione, quando e se ci sarà. Felisa ha 69 anni, per quanto lo adori penso che prima o poi si stancherà, come tutti” Lo sbarco di Ferrari a Wall Street è stata anche l’occasione per una vera e propria festa che ha tinto di rosso le strade di New York. Lungo Wall Street, dinnanzi alle porte del Nyse, hanno fatto bella mostra alcuni dei capolavori della storia della casa di Maranello, dalle recenti Ferrari 488 GTB, California T e F12berlinetta alla hyper-car LaFerrari oltre a modelli storici come una Ferrari 250 California. Staremo a vedere come proseguirà nei prossimi giorni l’avventura della casa di Maranello in borsa.