Alfa Romeo Giulia, un progetto fondamentale per Cassino e l’economia locale

di -

In attesa che Alfa Romeo faccia finalmente chiarezza sui tempi di commercializzazione della gamma completa della nuova Alfa Romeo Giulia, che secondo gli ultimi rumors potrebbe debuttare in strada soltanto tra 12 mesi, il progetto di rilancio di Alfa Romeo ha già preso il via e a trarne maggiore beneficio, per il momento, è il comune di Cassino, in provincia di Frosinone, dove è situato lo stabilimento di FCA in cui saranno prodotti due modelli fondamentali per il futuro del marchio, la nuova Alfa Romeo Giulia ed il primo SUV, basato sulla piattaforma Giorgio a trazione posteriore su cui poggia le basi anche la nuova berlina di segmento D.

In queste ore, a sottolineare l’importanza del progetto di rilancio di Alfa Romeo per l’area di Cassino, la sua popolazione e tutto l’enorme indotto collegato alle nuove Alfa Romeo, è intervenuto il sindaco del comune laziale, Giuseppe Golini Petrarcone, che a dichiarato alla Repubblica “A breve prenderà il via la produzione della nuova Alfa Romeo Giulia, auto realizzata proprio nel nostro stabilimento e su cui l’intero gruppo ha puntato molto. Un altro segnale di ripresa per il nostro territorio in cui Fca, con il suo indotto, ricopre un’importanza fondamentale non soltanto in termini di opportunità, ma anche economici. Il benessere di un territorio – ha aggiunto – non può prescindere dalla salute delle sue imprese. Se le imprese producono, allora c’è lavoro, c’è movimento e quindi ci sono benefici economici per tutto il territorio di riferimento.”

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: Prestazioni, dettagli tecnici e prezzo

Il ruolo della Giulia e del nuovo SUV e, più in generale, di Alfa Romeo per l’economia della provincia di Frosinone oltre che per il comune di Cassino è evidente. La speranza è che lo stabilimento di produzione di FCA possa intraprendere lo stesso ruolo che sta ricoprendo in questi mesi il sito di produzione di Melfi in cui vengono realizzate la Jeep Renegade e la Fiat 500X. A Melfi, oltre a registrare l’arrivo di ben 2 mila nuovi dipendenti, alcuni dei quali già inquadrati con un contratto a tempo indeterminato tramite il Jobs Act, si sta registrando un effetto estremamente positivo su tutto l’indotto con diverse aziende lucane che stanno beneficiando della crescente produzione di vetture a Melfi occupando il ruolo essenziale di fornitori di materie prime allo stabilimento del gruppo italo-americano.

Una volta che la Giulia sarà finalmente entrata in produzione a pieno regime, Cassino dovrebbe tornare in piena attività e l’economia locale potrà. speriamo, finalmente tornare a crescere a tutto vantaggio dell’Italia intera. Come detto anche ad inizio articolo, per ora il rischio principale è che la produzione della nuova berlina, originariamente programmata per il primo trimestre del prossimo anno, possa slittare di qualche mese con i primi esemplari di Giulia pronti ad arrivare sul mercato soltanto a settembre 2016. Per ora, l’unico dato certo è rappresentato dal fatto che al Salone di Ginevra 2016 Alfa Romeo presenterà in via ufficiale la gamma completa della sua nuova berlina di segmento D. Continuate a seguire ClubAlfa.it e la nostra pagina Facebook ufficiale anche nei prossimi giorni per restare in contatto con tutte le novità relative alla nuova berlina di casa Alfa Romeo ed al suo attesissimo arrivo sul mercato.