L’Alfa Romeo Giulia, la bellissima berlina super sportiva di segmento D presentata da Alfa Romeo a fine giugno ad Arese in versione Quadrifoglio Verde, torna a mostrarsi in un nuovo video, della durata di quasi due minuti, che vede la vettura impegnata, ancora una volta, sul tracciato del Nurburgring, la sede perfetta per testare al massimo tutte le potenzialità della nuova gemma di casa Alfa Romeo, il cui debutto sul mercato, previsto per l’inizio del prossimo anno, darà il via effettivo al piano di rilancio del marchio su scala internazionale. Il video, pubblicato poche ore fa su Youtube dall’utente cvdzijden, ci permette di ammirare, con un ottimo dettaglio, alcuni prototipi dell’Alfa Romeo Giulia impegnati ad affrontare alcuni dei punti più caratteristici del tracciato, come il Green Hell. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde

Il video in questione ci mostra alcuni prototipi dell’Alfa Romeo Giulia facilmente distinguibili tra loro per la presenza di targhe differenti collocate sulla carrozzeria. In pista al Nurbrugring notiamo sia la già ben nota Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, facilmente identificabile, soprattutto nella parte finale del video, per la presenza dei quattro scarichi posteriori, sia un’altra versione dell’Alfa Romeo Giulia, probabilmente una delle versioni base con motore turbo benzina, caratterizzata da due scarichi posteriori ed una targa provvisoria tipica dei prototipi in fase di test, che andranno ad arricchire la gamma della nuova berlina di segmento D che tornerà a mostrarsi in pubblico, probabilmente con tutta la gamma a gran completo, già nel corso della prossima edizione del Salone dell’auto di Francoforte in programma nel corso della seconda metà del mese di settembre. Ricordiamo che a Francoforte, Alfa Romeo dovrebbe svelare anche il restyling dell’Alfa Romeo MiTo e dell’Alfa Romeo Giulietta che dovrebbero presentare un design rivisto ispirato, direttamente, alla Giulia. Alfa Romeo Giulia

Ricordiamo che, almeno per il momento, Alfa Romeo ha rivelato le specifiche tecniche unicamente dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, protagonista della presentazione ad Arese di fine giugno, che monterà il motore V6 3.0 biturbo da 510 CV di potenza massima di derivazione Ferrari, un vero e proprio gioiello che ci fa sentire il suo bellissimo sound attraverso questo interessantissimo video. La Giulia, in ogni caso, presenterà un marcato carattere sportivo, con motorizzazioni potenti senza troppi compromessi, anche in tutte le sue altre varianti più “umane” che, di certo, attireranno migliaia di appassionati del mondo delle quattro ruote. Come detto anche in precedenza, per conoscere tutti i dettagli della gamma completa dell’Alfa Romeo Giulia sarà sufficiente attendere poco meno di un mese. Alfa Romeo, infatti, porterà la sua nuova berlina al Salone di Francoforte 2015 che rappresenta la vetrina perfetta per una nuova apparizione in pubblico per la Giulia che, a tutti gli effetti, può essere considerata il simbolo della rinascita del marchio. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde

Per ora, quindi, non ci resta che dare uno sguardo a questo interessantissimo video che vede l’Alfa Romeo Giulia impegnata sul tracciato del Nurbrugring. Il video è disponibile anche in risoluzione FullHD (basta impostare tale risoluzione tra le opzioni del video) che ci permette di gustarci al massimo la bellezza della nuova Alfa Romeo Giulia. Si consiglia, naturalmente, di alzare al massimo il volume in modo da non farsi sfuggire alcuna sfumatura del sound dei motori della nuova berlina di casa Alfa Romeo. Non esitate a farci sapere, tramite il box commenti disponibile a fine articolo e tramite la nostra pagina Facebook, cosa ne pensate di questo nuovo video e cosa vi aspettate dal debutto completo della gamma della nuova Alfa Romeo Giulia. Ulteriori informazioni in merito al debutto della nuova berlina arriveranno, senza alcun dubbio, nel corso delle prossime ore o, al massimo, nel corso dei prossimi giorni. Continuate, quindi, a seguirci per saperne di più.

  • Franco Claudia de Blasi

  • Secondo me va meglio anche dell’ 8c

  • sculetta bene a 1:20

  • Marco Federici

  • Marco Lamattina

  • Kon Tro

    Ho visto la prova delle ultime M3 ed M4 al ring e sono stabili come treni sui binari, questa Giulia invece ha un sottosterzo veramente imbarazzante. Dov’è finita la distribuzione dei pesi 50/50 tanto millantata ad Arese? FCA cialtroni come al solito… spero che prima di mettere in vendita questa bara correggano gli evidenti problemi di assetto, altrimenti ci scappa pure il morto.
    Ci credo che poi il Maglionne ancora sta pagando oltre 100 milioni di dollari agli americani perchè molte sue carrette hanno standard di sicurezza ridicoli…

    • Vicio Naturalborndriver Tarant

      beh secondo te questi test a cosa servono? a sprecare benzina così tanto per? -_- la macchina deve ancora ufficialmente essere messa in vendita! cavolo ancora hanno tempo per migliorarla, l’M3 e l’M4 invece son già collaudate da tempo invece

      • Kon Tro

        Non ti scaldare, amico alfista. Sono perfettamente conscio che quella Giulia è ancora un muletto, di tempo per migliorarla ce ne sarebbe ancora. Ma piuttosto che pensare ai cavalli e ai fast lap – peraltro non ufficializzati da nessuna parte – la rendano prima davvero guidabile. Dopodichè si decidano a farla gareggiare nei campionati turismo che contano (WTCC, BTCC, DTM) anche cominciare con un monomarca non sarebbe male, l’importante è che si corra su piste internazionali, perchè da che mondo è mondo non ci sarà mai pubblicità migliore del motorsport.
        Non crederai che la Giulia si venderà soltanto con qualche spot “simpatico” dove s’inseriscono pillole blu nel serbatoio, vero? Queste cavolate lasciamole alle 500, con Alfa Romeo devono fare sul serio, altrimenti farà la fine di Lancia.