Il marchio Ferrari riesce sempre ad attirare l’attenzione di tutti gli appassionati del mondo delle quattro ruote grazie a modelli unici in grado di sintetizzare alla perfezione lo sviluppo tecnologico, un design ricercato e prestazioni al top del mercato. Questa volta, la casa di Maranello finisce in prima pagina per un richiamo di 67 vetture ufficializzato poche ore fa e relativo esclusivamente al mercato cinese. Le ragioni del richiamo sono legate ad un problema costruttivo dell’airbag che, a causa di un errore in fase di costruzione, in fase di apertura non assume una posizione corretta per via della presenza di una copertura in pelle che rischia, quindi, di mettere a rischio la sicurezza dell’automobilista e dei passeggeri. Naturalmente, Ferrari sostituirà gratuitamente e rapidamente l’airbag difettoso.

Ferrari F12 Speciale protagonista di un video spia

Il richiamo ufficializzato oggi per il mercato cinese riguarda i seguenti modelli Ferrar 458 Italia, 458 Spider, 458 Speciale, Speciale 458 A, California T, F12 Berlinetta, e FF. I modelli richiamati sono stati fabbricati tra il 4 di febbraio di quest’anno ed il successivo 21 di maggio. Ricordiamo che circa un mese fa, Ferrari fu costretta a richiamare ben 800 vetture commercializzate in Nord America e prodotte tra la fine del 2014 e la prima parte del 2015, proprio a causa di un problema all’airbag frontale. I modelli richiamati negli USA sono gli stessi modelli oggetti del richiamo di oggi in Cina.

E’ piuttosto raro vedere Ferrari finire in prima pagina per richiami o malfunzionamenti, specialmente se consideriamo che si tratta la stessa notizia è stata registrata anche il mese scorso. E’ probabile, in ogni caso, che il malfunzionamento del sistema di airbag che riguarda alcuni modelli prodotti dalla casa di Maranello in questi ultimi mesi sia già stato individuato e risolto e, quindi, che i fortunati nuovi acquirenti di Ferrari non dovranno preoccuparsi di un futuro richiamo. Continuate a seguirci con attenzione anche nei prossimi giorni per ricevere tutti gli aggiornamenti relativi al nuovo richiamo di vetture operato da Ferrari.