Fiat 500 5 porte, prime ipotesi su prezzo e data di uscita

di -
Fiat 500 5 porte

Il nuovo listino prezzi della Fiat Punto certifica una forte riduzione dell’offerta, con l’uscita di scena delle versioni tre porte e dei motori diesel, che anticipa una fine della produzione sempre più vicina. L’erede designata della Fiat Punto è, già da tempo, la futura Fiat 500 5 porte, un progetto mai confermato ufficialmente da FCA ma troppo chiacchierato per non vedere la luce nei prossimi anni. Lo stesso Sergio Marchionne ha dichiarato poche settimane fa, a margine della presentazione della nuova Fiat 500 restyling, che “In futuro confermo che ci sarebbe spazio per una possibile versione a 5 porte ci pensiamo notte e giorno, ma dobbiamo fare due conti perché sarebbe un modello che ci farebbe entrare in un settore diverso” In sostanza, il progetto della nuova Fiat 500 5 porte è destinato ad arrivare sul mercato anche se le tempistiche sono tutt’altro che chiare. Difficilmente, a meno di sorprese dell’ultimo momento, la nuova evoluzione della 500 sarà presentata in questo 2015. Per ora, infatti, appare decisamente più realistico un debutto della vettura nel corso del prossimo anno.

Rispetto alla Fiat Punto, la nuova Fiat 500 5 porte dovrebbe caratterizzarsi per contenuti più ricercati e, di conseguenza, per un listino prezzi leggermente più alto rispetto alla concorrenza generalista del segmento B rappresentata, ad oggi, da vettura come la Renault Clio, la Peugeot 208, la Citroen C3, la Ford Fiesta la Volkswagen Polo e l’Opel Corsa. Queste vetture, che mettono insieme volumi di vendita decisamente importanti in Europa, presentano un listino prezzi che parte dai 12 ai 13 mila Euro. La nuova Fiat 500 5 porte, invece, dovrebbe caratterizzarsi per un prezzo leggermente superiore e prossimo, ma leggermente inferiore, al prezzo della Mini 5 porte. Per ora, quindi, possiamo ipotizzare per la nuova segmento B di casa Fiat un prezzo di partenza di circa 15 mila Euro. 

Difficilmente Fiat ed FCA punteranno a dar vita ad un progetto che si pone, come obbiettivo, il raggiungimento di volumi di mercato di nicchia. La casa italiana, con la sua nuova city car, tenterà, senza dubbio, di raggiungere quote di mercato importanti facendosi strada nell’affollatissimo segmento B del mercato europeo grazie soprattutto ad un look ricercato, in piena sintonia con il brand 500, ed a contenuti di categoria superiore.

Fiat 500 5 porte, un futuro anche oltreoceano?

La nuova city car di casa Fiat potrebbe contribuire in misura determinate al rilancio delle vendite del marchio negli USA dove, in attesa della piena diffusione della 500X, il numero di unità vendute sta registrando un brusco calo. La nuova Fiat 500 5 porte, infatti, potrebbe avere tutte le carte in regola per convincere anche i più scettici clienti nordamericani.

L’appuntamento con la nuova Fiat 500 5 porte potrebbe essere fissato per il prossimo anno. La vettura, infatti, potrebbe fare il suo debutto in pubblico nel corso del secondo semestre del 2016.

  • wissender

    La classica 500 a tre porte oppure a cinque porte, non potrà mai avere il successo in america uguale a quello in Europa. In america sarà sempre vista da giocatolo, come 3. oppure 4. macchina. Questo rendering visualizzato e’ molto carino e’ in Europa c’è proprio la richiesta, e non avrebbe altro che successo. Però non potrà mai sostituire la Punto. Nell’ segmento B ci vuole qualche cosa un po più grande, ad esempio come la punto.

  • orazio.bacci

    La 500 a 5 porte era l’anello mancante per la Fiat/NCA, ( E’ non dimentichiamo la grande Lancia )ricorda ndo di fare pure la versione Abarth che per la Fiat è d’obbligo!Trainerebbe la volata,ricordandi di fare ( Come ventilato il motore un 1,000 circa a 3 cilindri,ilTwinAir consuma più di quanto prometteva poi due cilindri sono pochi ),ritengo appunto che un 3 cilindri sia l’ideale anche per la 500 ha 5 porte,ma chissà che prezzi ( torno ha ridire )la Fiat e la macchina del popolo non può costare come una Rolls-Royce in proporzione!

  • Matteo85_b

    Ma la punto ha sempre fatto bene, non capisco