A distanza di pochi giorni dagli ultimi avvistamenti, torna a mostrarsi in pubblico, questa volta sulle strade di Torino, un nuovo prototipo, opportunamente camuffato, dell’Alfa Romeo Giulia che, dopo la presentazione della Quadrifoglio Verde del mese scorso, è impegnata in numerosi test drive in queste settimane. Questa volta, l’obiettivo dei fotografi di Quattroruote ha catturato quella che sembra a tutti gli effetti essere una delle prime Alfa Romeo Giulia turbodiesel ad essere impiegata in test drive in Italia dopo le due settimane passate da Alfa Romeo al Nurburgring. A fine articolo trovate la galleria completa delle nuove foto spia della Giulia turbodiesel

Alfa Romeo Giulia, al Nurburgring c’è anche la versione turbodiesel

Oltre al sound del motore, che secondo la fonte indica chiaramente la presenza di un unità turbodiesel sotto al cofano, vi sono anche alcuni particolari della carrozzeria, come la presenza di soli due scarichi posteriori contro i quattro presenti nella Quadrifoglio Verde, a suggerire che il prototipo catturato in queste foto spia sia una versione base dell’Alfa Romeo Giulia. Ad ulteriore prova di ciò si segnala la presenza di pneumatici di dimensioni inferiori con un impianto frenate decisamente meno visto rispetto alla Giulia QV che, a differenza di questo muletto, presenta diverse prese d’aria in più dovute alla necessità di gestire il potentissimo motore V6 3.0 da 510 CV.

Alfa Romeo Giulia, un mese fa il debutto: News, video e rendering di tutte le possibili varianti

Le versioni turbodiesel della nuova berlina di casa Alfa Romeo rappresentano, senza alcun dubbio, delle versioni importantissime per il futuro della nuova vettura di casa Alfa Romeo che sarà chiamata a raggiungere importanti volumi di vendita, soprattutto in Europa, che, senza l’apporto dei motori turbodiesel sarebbero praticamente impossibili da ottenere. Il prototipo catturato in queste foto spia dovrebbe presentare l’attesissimo motore turbo diesel da 2.2 litri con basamento in alluminio che si caratterizzerà per diversi livelli di potenza in grado di soddisfare tutte le esigenze della clientela.

Ricordiamo che le versioni base della nuova Alfa Romeo Giulia dovrebbero essere svelate, in via ufficiale, da Alfa Romeo tra poco meno di due mesi, nel corso dell’edizione 2015 del Salone dell’auto di Francoforte che, quindi, dovrebbe registrare il debutto della gamma completa della nuova berlina di casa Alfa Romeo che, stando alle ultime indicazioni, dovrebbe entrare in produzione entro la fine dell’anno per poi debuttare sul mercato europeo nel corso del primo trimestre del 2016. In attesa di ulteriori conferme sulle tempistiche di presentazione e debutto sul mercato delle versioni base della nuova Alfa Romeo Giulia, questi ultimi avvistamenti ci permettono di avere la certezza che i test sulla nuova berlina hanno oramai raggiunto un livello decisamente avanzato e che, molto presto, la Giulia diventerà una delle più interessanti realtà del mondo delle quattro ruote. Maggiori dettagli in merito alla nuova segmento D di casa Alfa Romeo emergeranno senza alcun dubbio nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguirci per saperne di più.