Alfa Romeo Giulia Crosswagon, rendering di una nuova possibile variante

di -

Oramai il numero di rendering e ipotesi di possibili sviluppi futuri dell’Alfa Romeo Giulia non ci stupisce più. Il progetto della nuova berlina di segmento D di casa Alfa Romeo, presentata per ora unicamente in versione Quadrifoglio Verde, sembra davvero adattarsi a tante possibili varianti. Dopo i rendering della Giulia Sportwagon e della Giulia Coupé, il noto X-Tomi Design ha rilasciato un nuovo rendering, questa volta dedicato ad una possibile Alfa Romeo Giulia Crosswagon che ripropone il design della berlina in una chiave più famigliare e pratica, con un marcato accento off-road che potrebbe trovare non pochi consensi positivi anche tra i tantissimi Alfisti che, con ansia crescente, attendono il debutto sul mercato della nuova Giulia programmato per il 2016.

Alfa Romeo Giulia, confermata la presenza al Salone di Francoforte 2015

Alfa Romeo Giulia Sportwagon
Alfa Romeo Giulia Sportwagon

Possiamo definire il progetto Alfa Romeo Giulia Crosswagon come la giusta base di una possibile rivale dell’Audi A4 Allroad, una vettura di estremo successo in Europa che, tra qualche anno, potrebbe dover fare i conti con un’interessante evoluzione di una certa berlina tutta italiana che già viene vista di cattivo occhio tra i dirigenti della casa dei quattro anelli al netto di alcune dichiarazioni di facciata.

Rispetto alla Giulia Wagon, realizzata dallo stesso X-Tomi Design e riproposta qui di sopra, il rendering dell’Alfa Romeo Giulia Crosswagon si caratterizza per un assetto decisamente rialzato, con modifiche evidenti ai passaruota, evidenziati dal colore nero, e nuove protezioni sottoscocca in grado di garantire prestazioni migliori anche nei tracciati off-road. Naturalmente il rendering presenta anche alcune piccole modifiche estetiche, come i cerchi in lega differenti, studiate per presentare al meglio l’idea di un progetto che, in futuro, potrebbe effettivamente diventare realtà. La nuova Alfa Romeo Giulia nel caso in cui, come ci auguriamo, risulterà essere un vero e proprio successo commerciale potrebbe, infatti, spingere Alfa Romeo a dar vita a nuove varianti della berlina che in pochi giorni è riuscita a ritagliarsi la ribalta mediatica e le prime pagine di tutti i magazine che si occupano del mondo dei motori. Per ora, in attesa dell’arrivo di nuovi rendering, non ci resta che attendere l’effettivo debutto sul mercato della Giulia che, come detto anche in precedenza, dovrebbe fare la sua prima comparsa in concessionaria nel corso del primo trimestre del prossimo anno. Maggiori dettagli in merito al progetto della Giulia arriveranno, senza dubbio, nel corso della prossima edizione del Salone dell’auto di Francoforte in programma nella seconda metà di settembre che rappresenterà la giusta occasione per la berlina di ritornare sotto i riflettori.

  • wissender

    Ma si, i dirigenti dei quattro anelli di cipolle, stanno già cercando di asciugarsi gli occhi. Infatti quando la Giulia ancora non era stata nemmeno ancora presentata avevano gia fatto pubblicizzare un giorno prima della presentazione un test ( naturalmente negativo per la Giulia) contro la nuova Audi, senza di avere nemmeno ancora dei dati confermati della nuova giulia. Avevano messo una foto di rendering, con la nuova Audi.
    Robba da matti.

    • Alfonso

      A wisse’ famme capì..cioè me stai a di che quelli di Iglostad hanno paragonato la loro A4 con la giulia senza manco sapè che tiravano fuori quelli di fca….allora devono farsi guardare da un veterinario..ma uno buono..cmq la Giulia crosswagon così è veramente mostruosa…..

      • wissender

        Proprio così, con tutti i dati speculativi che esistevano in anteprima. Mi sto ancora chiedendo con che cosa hanno fatto il test se la Giulia non c’era ancora, figuriamoci se era data per fare dei test, che doveva essere presentata il giorno dopo ad Arese.
        Ha, ha,ha, robba proprio da matti.

        Ma da questo comportamento assurdo si vede già da quanto temono la Alfa Romeo veramente, senza di ammetterlo ufficialmente. Chi sa se hanno capito che era una grande stro….. Non resta che dire, bravi ha, ha, ha…….

      • wissender

        Proprio così, con tutti i dati speculativi che esistevano in anteprima. Mi sto ancora chiedendo con che cosa hanno fatto il confronto, se la Giulia non c’era ancora, figuriamoci se era data per fare dei confronti, che doveva essere presentata il giorno dopo ad Arese.
        Ha, ha,ha, robba proprio da matti.
        Ma da questo comportamento assurdo si vede già da quanto temono la Alfa Romeo veramente, senza di ammetterlo ufficialmente. Chi sa se hanno capito che era una grande stro….. Non resta che dire, bravi ha, ha, ha……

  • Se sara’ a trazione integrale, ci sara’ da leccarsi I baffi….altro che audi “airoad” 😉

  • beppedelp

    La versione wagon è ancora più bella dell’altra!