Alfa Romeo Giulia, nuove foto spia del modello base

di -

In queste ore, l’Alfa Romeo Giulia torna protagonista di nuove foto. Questa volta non si tratta di scatti promozionali della Quadrifoglio Verde ma vere e proprie foto spia dei primi prototipi della versione base della nuova berlina di casa Alfa Romeo ovvero il modello che acquisteranno la maggior parte dei futuri clienti e che, quindi, non presenta le personalizzazioni da super sportiva che riguardano, invece, la bellissima Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde presentata il 24 giugno scorso da Alfa Romeo, in anteprima mondiale, al Museo di Arese. A fine articolo trovate una corposa galleria di immagini che evidenziano alcuni dettagli del prototipo avvistato nelle scorse ore in strada.

Per ora, Alfa Romeo, dopo la presentazione della Quadrifoglio Verde, non ha rivelato alcuna informazione in merito alle altre versioni della sua futura berlina di segmento D che, in ogni caso, potrebbero debuttare ufficialmente in pubblico nel corso della prossima edizione del Salone di Francoforte, in programma nel corso del prossimo mese di settembre. Difficile immaginare un debutto del modello base della Giulia in una data successiva anche se la vettura sarà esposta, sicuramente, in tutti i principali eventi fieristici dei prossimi mesi, dal Salone di Los Angeles di novembre al Salone di Detroit di inizio gennaio prossimo. Rispetto alla Quadrifoglio Verde, questi nuovi muletti della Giulia presentano alcune piccole differenze sia nel frontale, in particolare nella parte inferiore del muso della berlina, sia nella parte posteriore dove il sistema di scarichi del modello base della Giulia sarà diverso rispetto al sistema utilizzato dalla Giulia Quadrifoglio Verde. Naturalmente, la differenza principale tra il modello base della Giulia e la Giulia Quadrifoglio Verde sarà sotto al cofano con la versione super sportiva della berlina che presenta il motore 3.0 V6 di derivazione Ferrari con potenza massima da 510 CV.

Il modello base della nuova Alfa Romeo Giulia, in ogni caso, presenterà una vasta gamma di motorizzazioni, sia benzina, con livelli di potenza crescenti che potrebbero superare i 300 CV, che diesel. Per quanto riguarda la gamma di motori turbodiesel, commercialmente molto importante soprattutto in Europa, la Giulia dovrebbe offrire un nuovo 2.2 MultiJet in alluminio derivato dal 2.2 MultiJet già disponibile per alcuni modelli di FCA, con potenze da 135 a 210 CV, ed un ben più potente 3.0 V6 turbodiesel declinato in vari step di potenza compresi tra i 250 e i 350 CV. Per ora non ci resta che attendere il rilascio di ulteriori informazioni in merito al progetto dell’Alfa Romeo Giulia che tornerà a mostrarsi ad inizio del mese di settembre.

Fonte Autoexpress