Alfa Romeo: Audi non la teme, almeno per ora…

di -

Il debutto della nuova Alfa Romeo Giulia ha segnato l’inizio effettivo del piano di rilancio di casa Alfa Romeo che, a partire da inizio 2016, darà l’assalto al mercato premium europeo e nordamericano puntando sulla nuova berlina presentata il 24 giugno ad Arese e, in seguito, sul nuovo SUV, sempre su base Giulia, e sulla nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta che potrà contare, a differenza del modello attualmente in commercio, sulla trazione posteriore. Le ambizioni di Alfa Romeo sono ben note. L’azienda mira a diventare una rivale consistente, in termini di volumi di vendita, dei marchi tedeschi come BMW e Audi. La casa dei quattro anelli, almeno pubblicamente, non sembra preoccupata dai nuovi progetti di Alfa Romeo. Il CEO di Audi Rupert Stadler ha, infatti, dichiarato all’Ansa che l’azienda ha una sola vera concorrente, la BMW, snobbando le attuali potenzialità di Alfa Romeo.

Il nostro competitor non è Alfa Romeo. Non si trova così a sud, anche se si trova nella parte meridionale della Germania, a Monaco. E lo prendiamo molto sul serio. Alfa Romeo? Deve fare un lungo cammino, occorre attendere l’arrivo degli altri modelli, come i suv”. In sostanza, il numero uno di Audi, almeno pubblicamente, non sembra ritenere un pericolo per la casa dei quattro anelli la nuova Alfa Romeo Giulia che, da sola, non sarebbe in grado di ostacolare le vendite dell’azienda.

In cantiere, lo sappiamo bene, Alfa Romeo ha diversi progetti che, entro la fine del 2018, andranno a completare la gamma del marchio, in Europa ed oltreoceano. Il CEO di Audi sottolinea l’importanza del ruolo dei SUV che potranno, a conti fatti, rendere Alfa Romeo una rivale temibile per Audi. La casa italiana, nel corso della prima parte del prossimo anno, presenterà il suo primo SUV basato sulla piattaforma a trazione posteriore Giorgio e cui ne seguirà un secondo di dimensioni maggiori, probabilmente imparentato con il nuovo Maserati Levante pronto a debuttare sul mercato ad inizio 2016. Una volta che la gamma di Alfa Romeo sarà completa, il CEO di Audi sarà, ne siamo sicuri, costretto a rivedere le sue dichiarazioni. Il marchio italiano, infatti, ha tutte le potenzialità per ritagliarsi il suo spazio importante in Europa e la nuova Alfa Romeo Giulia, un’auto in grado di unire eleganza e sportività come poche altre prima di lei, rappresenta, ad oggi, una testimonianza evidentissima di ciò che il futuro riserverà al marchio Alfa Romeo. Per ora non ci resta che attendere l’arrivo sul mercato dei nuovi progetti della casa italiana pronti a dare battaglia contro le rivali di Audi.

  • Te credo che non la teme, ancora deve uscire in strada ahahahahaah

  • Sbruffoni schifosi, se dovessero campare con i miei sarebbero chiusi da decenni!

  • Kon Tro

    Considerando anche come le vendite AR siano in costante calo in Europa ci credo che non la temono. Per ora il vero competitor di Audi rimane BMW, e si dovrà aspettare come minimo un anno per capire davvero se i proclami del Maglionne saranno più o meno fondati.

  • Marco Duca

  • Tiago Dalia

    Audi non fate molto gli snob che già la Lexus ve le suona….anche le nuove Cadillac sono hai stessi livelli delle tedesche, è ovvio che Alfa Romeo non può dominare il mercato del segmento premium solo con la Giulia,,aspettate fino al 2018 anche se ci vorrà ancora molto tempo dopo ne riparlerete !!!

  • Non hanno ancora capito che quando alfa è nata e ha cominciato a costruire auto, loro facevano ancora i calessi!

  • ..e fanno male a non temerla. Poveri panzer tedeschi. Se ne accorgeranno presto

  • Altroché se la teme! Non lo ammetteranno mai figuriamoci

  • wissender

    Quanda aria che si prende questa Audi. Pensando che anni fa costruiva le Auto in brevetto di Fiat. Sono alla avanguardia solo con la pubblicità e in tanti che ci cascono. Intanto ci scommetterei che saranno i primi a comprarsi la Giulia per smontarla a pezzi per capirla e poi copiarla. La VAG (VW) lo fece gia anni fa, affermato da Giugiaro con la 128. L’aveva visto quando presentò i piani per la Golf.

  • Ma quali SUV. Bmw e Alfa Romeo hanno la trazione posteriore. Audi é fuori dai giochi

    • wissender

      A prima vista concordo, ma ……….
      La Audi non e’ fuori, perché indipendente delle varie trazioni, e interessata della tecnica di motori, il sistema elettrico frenante, le soluzioni di spoiler, etc,etc,etc………
      Poi c’è ancora da vedere, perché anche la Alfa Romeo avrà sicuramente le quattro ruote motrici. Staremo a vedere.
      Peccato che la FCA (Fiat) si e’ convinta dopo tanti anni persi di tracciato nelle vendite, per fare finalmente di nuovo sul serio con Alfa Romeo e’ di lanciare dei modelli alla avanguardia che avranno e devono curare anche l’immagine dell’ marchio.
      Infine però sono anche io dell’ parere che la Audi non e’ un vero concorrente per Alfa Romeo, ma ben si ci vorrebbe anche il rilancio della Lancia.
      Questa fosse da concorrente per la Audi.
      Alfa Romeo ha da competere con la BMW e la Porsche.

  • EnR

    e cosa devono temere? un auto che uscirà sul mercato solo tra 8 mesi e della quale nessuno può garantire il successo ? o deve temere gli altri due prodotti che usciranno entro il 2018? alfa romeo di questo passo se la giocherà con la triade tedesca tra 15/20 ma chissà dove saranno questi ultimi a quel punto , ps per i suv la trazione posteriore è assolutamente inutile ,avete poco da criticare ,o hai l’integrale o sei fuori dal mercato

    • wissender

      La Audi ha da temere di minimo che va scoperto che non vale il prezzo di vendita. Si fa chiamare premium che lo e’ solo con il prezzo.
      Chi sa perché quando portò l’integrale l’ha chiamato “quattro” e non Vierradantrieb? che si dice cosi in tedesco. Audi a mio parere e’ sempre stata una fregatura che si sa vendere.
      Ha un ottimo marketing e niente più. Rispetto ad Alfa Romeo ha dei modelli, ma finalmente sembra che la Alfa Romeo si e risvegliata. Staremo a vedere.

      • EnR

        addirittua solo marketing? il solo marketing può vendere un anno o due max , se audi cresce da 20 anni e si fa una clientela affezionata evidentemente le sue auto sono valide davvero e non come dici tu, al contrario alfa ha tutto da dimostrare e ci vorranno anni per avere credibilità

        • wissender

          Credi quello che vuoi, ma la Audi con tutta la VW pagano tanti soldi a tanti giornali a far parlare bene solamente dei loro marchi, e poi criticando sempre gli altri. I test che fanno fare sono a maggior parte falsi come loro. Il marchio Alfa Romeo invece e sempre stato autentico, e addirittura ha sempre dato le risposte vere, non come la Audi oppure la VW. La Audi prima di comprarsi la Lamborghini non era nessuno. Non sono mai stati qualcuno a livello tecnico, hanno sempre cercato di copiare gli italiani, che a livello tecnico sono sempre stati alla avanguardia. Certo vendono e questa e’ una realtà vera, ma non significa che fossero meglio. E poi vendono di più dove? Non certo in Italia, dove qualche cosa di auto, non tutti, ma molti ne capiscono. Per me possono vendere dove e quante ne vogliano, che sempre fregature sono state fino ad oggi.
          Se per te la Audi va bene compratela, mica e ‘ un delitto? Ma non venire a raccontarmi di quando siano bravi, che non lo sono affatto.

        • Fippo

          Se il marketing può vendere solo per 1-2 anni allora per fare un esempio, come la spieghi la storia dell’Iphone. Anche se non riguarda i motori, questo è un buon modo per spiegare la regola del marketing. Ditemi se quello non è puro marketing…quando ti dicono lo schermo più bello e risoluto di sempre, poi vai vedere è un semplice IPS che montano tutti, quando ti dicono il processore più potente di sempre, poi vai a vedere è un semplice dual-core, quando ti dicono la fotocamera migliore di tutti, poi vai a vedere gli altri fanno foto migliori; quando ti parlano di scocca in alluminio, poi vai a vedere e ce l’hanno anche gli altri…allora come mai nei negozi Apple quando esce un modello nuovo, che poi è sempre il modello dell’anno precedente con una “S” in più, c’è sempre un sacco di gente a fare la fila per spendere i suoi 1000 € in un telefono? È questo il compito del marketing valorizzare il marchio, far credere alla gente che quei 1000 euro di cell. valgono perché è un prodotto unico e di qualità. Eppure anche la Samsung, la Sony, LG e i cinesi fanno prodotto simili, più curati e piú potenti a prezzi più bassi ma nonostante questo se li vendessero al prezzo dell’iPhone non li comprerebbe nessuno. Quando si acquista un prodotto bisogna essere obbiettivi e ragionare su quello che si acquista. La stessa cosa vale nel mondo dell’auto. Addirittura è più facile fare un auto di qualità e quindi più costosa, che un’auto meno costosa poiché per quest’ultima ci sono i cosiddetti limiti di tempo e di denaro. Te puoi fare benissimo un auto dalle caratteristiche eccezionali, dalla qualità strabiliante e proporla magari al solito prezzo delle tue concorrenti che hanno un mercato consolidato e quindi clienti fidelizzati, ma senza il marketing che prima lavori sul valore del marchio non la venderai mai ai clienti dell’Iphone. L’Audi c’ha messo 20 anni per arrivare dov’è ora non perchè ha migliorato chissà che cosa, ma perchè in vent’anni ha speso i suoi capitali in sposorizzazioni, campagne pubblicitarie, sport, gare automobilistiche, ecc il tutto per accrescere il valore del marchio. Secondo voi perchè Marchionne ha cacciato Montezemolo e adesso sta lavorando a stretto contatto col team di F1 per far vincere la Ferrari? Sopratutto ora che vuol vendere il 10%…..

          • wissender

            Condivido tutto il discorso che fai sul marketing.
            Ma i tedeschi non si limitano di realizzare solo questo per come lo descrivi. Ci aggiungono con dei finanziamenti indiretti, le così dette realtà dei fatti ( che non lo sono) analizzando dei test falsi. Pagano tanto a far criticare i concorrenti. I così detti giornalisti (anche giornali interi) sfruttano ogni occasione per scrivere/parlare male dei altri.
            Questo modo bruttissimo di criticare pure fa parte del marketing, sopratutto di VAG/ Audi, che per me non ha stilo, anzi. Nessuno nell’ mondo automobilistico si comporta cosi, criticando a decenni interi i concurrenti. Le vendite dimostrano che funziona.
            Ancora oggi fanno scrivere per esempio, che le Alfa Romeo (FCA/Fiat) avrebbero ancora il problema con la rugine, come ai tempi della Alfa Sud. Ed e’ incredibile in quanti ci credono, senza verificare, oppure informandosi sulla costruzione attuale, e lo vuoi sapere perché? Perché l’hanno scritto i tedeschi che non scrivono mai bugie.
            #@%&+!? Aiuto, Tilt, Tilt, Tilt #@%&+
            (Ironia personale, sul fatto che in tanti si credono che i tedeschi non dicono mai bugie)