Lo scorso 30 di giugno, il Museo Alfa Romeo di Arese ha riaperto i battenti dopo un lungo periodo di chiusura al pubblico permettendo cosi a tutti gli appassionati del mondo delle quattro ruote di poter tornare ad ammirare ben 69 capolavori firmati Alfa Romeo che hanno contribuito a scrivere pagine fondamentali della storia dell’automobile e dell’automobilismo. In aggiunta a ciò, il Museo di Arese ospita, sino al 15 luglio, un ospite d’eccezione, la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, la berlina super sportiva della casa italiana presentata due settimane proprio ad Arese. La prima settimana d’apertura al pubblico del Museo Alfa Romeo di Arese, come comunicato oggi direttamente da Alfa Romeo, è stata un vero e proprio successo con oltre 3 mila visitatori che non hanno perso l’occasione di fare visita ad uno dei musei simbolo del mondo dell’auto. A giocare un ruolo fondamentale nel successo della prima settimana di riapertura del Museo di Arese è stata anche la nuova Alfa Romeo Giulia che, dopo essere stata presentata nel corso dell’evento stampa, chiuso al pubblico, del 24 giugno, può essere ammirata, come detto sino al 15 luglio, nella splendida cornice del Museo Alfa Romeo.

Senza dubbio, la riapertura del Museo gioca un ruolo fondamentale nel consolidare l’immagine del brand ed il ruolo di Alfa Romeo nel mercato delle quattro ruote dei prossimi anni. La casa italiana, infatti, punta in alto con obiettivi quanto mai ambiziosi. Per soddisfare i target di vendita, Alfa Romeo ha scelto di puntare sul suo passato e, quindi, sulla sua storia. Il Museo di Arese rappresenta, senza alcun dubbio, il luogo perfetto per scoprire tutti i capolavori che hanno contribuito a scrivere la storia di Alfa Romeo negli oltre 105 anni di vita del marchio che oggi può guardare al futuro con estrema fiducia.

Per tutte le informazioni utili per visitare la struttura ricordiamo il sito ufficiale Museoalfaromeo.com