Alfa Romeo, calano le vendite nei principali mercati europei

di -

AGGIORNAMENTO: Come anticipato questa mattina, sono arrivati anche i dati di vendita del primo semestre nel Regno Unito che evidenziano per Alfa Romeo un calo del –11.7% con un totale di 2.612 unità vendute.

Il mese di giugno per il marchio Alfa Romeo in Italia è stato davvero un successo. Oltre alla presentazione ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, primo passo del piano di rilancio del marchio italiano, sono, infatti, arrivati degli  ottimi dati di vendita dal mercato italiano con una crescita del 17% rispetto al giugno dello scorso anno. In particolare, si registra l’ottima performance dell’Alfa Romeo Giulietta che migliora del +33% i risultati dello scorso anno. Se però superiamo i confini nazionali per analizzare l’andamento del marchio Alfa Romeo nei principali mercati europei i dati tornano ad essere estremamente negativi. Alfa Romeo, in attesa del debutto della nuova Alfa Romeo Giulia, atteso per la prima parte del prossimo anno, sta diventando sempre di più un marchio in grado di diffondersi unicamente in Italia. In attesa dei dati completi relativi al mercato europeo del primo semestre del 2015, che arriveranno a metà luglio, Alfa Romeo fa registrare forti cali praticamente in tutti i principali mercati europei.Alfa mito 2

In Francia, ad esempio, il mese di giugno si chiude con un totale di 755 unità vendute ed un calo del -22.6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Il primo semestre per la divisione francese di Alfa Romeo, invece, termina con 3.304 unità vendute ed un calo del -20% rispetto al 2015. La Francia, nonostante questo forte calo, continua ad essere il secondo mercato mondiale per Alfa Romeo. Risultati molto negativi anche in Germania dove, alla fine del primo semestre del 2015, le vendite di Alfa Romeo si fermano a 1.457 unità con un calo del –16% rispetto ai dati dello scorso anno. In Spagna registriamo una situazione del tutto analoga con un totale di 1.446 unità vendute nel primo semestre dell’anno ed un calo del -8.6% rispetto ai dati dello scorso anno. Nei prossimi giorni arriveranno anche i dati del Regno Unito che dovrebbero confermare quanto evidenziato dagli altri tre big market europei.

Il brand Alfa Romeo, con la progressiva scomparsa della MiTo e la produzione limitata della 4C, può contare, di fatto, unicamente sull’Alfa Romeo Giulietta, unica vettura in grado di mettere insieme volumi di vendita dignitosi. La Giulietta, a questo punto, dovrà tirare la carretta sino a fine anno quando Alfa Romeo aprirà gli ordini per la nuova Giulia con le prime consegne che arriveranno a inizio 2016. Nel corso dei prossimi mesi, il trend di flessione in Europa di Alfa Romeo dovrebbe, quindi, continuare sino al debutto della nuova berlina che segnerà l’inizio di una nuova stagione per il marchio.

  • Francesco Vassallo

    Abbastanza prevedibile che calino le vendite per una vettura che rappresenta più il passato del marchio che il suo futuro, visto che le future Alfa Romeo avranno la trazione posteriore come la nuova Giulia.

  • ma come, l’altroieri ho letto un articolo che diceva il contrario!

  • Ma infatti, anch’io pochi giorni fa avevo letto l’esatto contrario!

  • Hidalgo

    Aumentano le vendite in Italia e calano nel resto d’Europa, sta scritto a inizio articolo 😀