Ferrari: Raikkonen addio, è Bottas il prescelto

Ferrari: Raikkonen addio, è Bottas il prescelto

Valtteri Bottas sembra essere il pilota “prescelto” da Maranello per sostituire il connazionale Kimi Raikkonen alla guida della Ferrari.

Nessuna comunicazione ufficiale, naturalmente, da parte del team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, che nelle scorse ore ha rilasciato invece una intervista, mettendo in risalto cosa è cambiato con Vettel rispetto all’era Alonso a Maranello.

È stata comunque per prima la stampa britannica ad associare il nome del finlandese Valtteri Bottas alla Ferrari, ed ora anche tutti i principali quotidiani della stampa specializzata in Italia hanno accostato il pilota della Williams alla Rossa.

Fra gli altri candidati a prendere il posto di Kimi Raikkonen, i nomi più gettonati sono anche quelli di Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo, anche se attualmente risultano essere indietro nelle preferenze di Maranello rispetto al pilota della Williams, peraltro in scandenza di contratto proprio a fine stagione.

È altrettanto ovvio che ancora nulla è stato deciso, in quanto Kimi Raikkonen potrebbe ancora essere un pilota della Ferrari nella prossima stagione,  ma tutto dipenderà dai suoi piazzamenti nelle prossime gare. Soltanto se il campione del Mondo 2007 tornerà nuovamente a fare risultati e soprattutto non commettere errori, mai così tanti come nell’ultimo periodo.

Maurizio Arrivabene nel frattempo ha confermato di essere molto contento della scelta di Sebastian Vettel al posto di Fernando Alonso, sottolineando che lo spagnolo sarà sempre parte della storia della Ferrari ‘ma era giunto il momento di separarsi da lui. Vedo che Sebastian, come Fernando, è veloce, lavora duramente, ha già vinto il titolo in passato e ora vuole diventare di nuovo campione. Si è integrato bene nella squadra. La situazione è diventata tranquilla, cordiale, e il team ha ricominciato a credere di nuovo in se stesso. Il resto non mi interessa”. Ecco le parole pronunciate dal Team principal della Rossa alla rivista francese Auto Hebdo.