Alfa Romeo Giulia: Interni premium per conquistare il mercato

di -
Alfa Romeo Giulia

La nuova Alfa Romeo Giulia può essere considerata, senza alcun dubbio, la nuova Alfa Romeo più attesa e desiderata della storia recente del marchio italiano che, come sappiamo, proprio con la nuova berlina, il cui nome, nonostante la volontà di Marchionne di chiamarla Giulia, non è ancora ufficiale, inizierà un programma di crescita che dovrebbe portare il brand a raggiungere il target delle 400 mila unità vendute entro la fine del 2018 tra Europa e Nord America.

In attesa del prossimo 24 di giugno quando, ad Arese, Alfa Romeo svelerà la nuova Alfa Romeo Giulia non mancano di certo rendering che provano ad anticipare il design definitivo della nuova berlina. Oggi ci soffermiamo sugli interni della nuova Giulia prendendo spunto da un render realizzato da LP Design che ha provato ad indovinare come sarà l’abitacolo della nuova berlina partendo anche da alcuni elementi che caratterizzano l’Alfa Romeo 4C.Alfa Romeo Giulia

Per ora, purtroppo, Alfa Romeo non ha però lasciato trapelare alcun dettaglio in merito al design della nuova Alfa Romeo Giulia, alimentando da una parte teorie e rumors ma impedendoci, dall’altra, di avanzare ipotesi basate su dati concreti. Ciò che è certo è che la nuova berlina della casa italiana avrà il compito di rilanciare l’immagine del brand che diventerà, nei piani di FCA, un’alternativa credibile alle tedesche nel mercato premium europeo e nordamericano. Per riuscire in questa missione tutt’altro che facile, Alfa Romeo dovrà puntare tantissimo anche sugli interni della nuova Giulia che dovranno contare su rifiniture di alto profilo, con materiali pregiati in grado di mixare al meglio la sportività del marchio ed il carattere premium della vettura, e su di un alto livello di tecnologia, requisito essenziale per conquistare i clienti del segmento D del mercato europeo e nordamericano. Alfa Romeo Giulia

Dove la nuova Giulia non potrà fallire in alcun modo è nella ricerca di conquistare i potenziali clienti del segmento D premium. Se, infatti, saranno tantissimi gli Alfisti che faranno carte false per acquistare la nuova berlina prossima al debutto, non possiamo fare previsioni sugli interessi e sulle aspettative di tutti i potenziali futuri clienti del marchio Alfa Romeo che dovrà tentare di sottrarre acquirenti a brand come Audi, BMW e Mercedes. Si tratta di una missione tutt’altro che facile ma che, probabilmente, in tutto il mercato delle quattro ruote solo il marchio Alfa Romeo, grazie ad una storia unica e pluricentenaria ed ad un fortissimo carattere sportivo, ha le potenzialità di portare a termine. L’appuntamento con la nuova Alfa Romeo Giulia è, quindi, fissato per il prossimo 24 di giugno quando Alfa Romeo, sullo sfondo del Museo di Arese, mostrerà per la prima volta in pubblico la sua nuova berlina.

  • Rocco Capezzera questa che ne dici

  • Claudio Archilletti dico ca ce vogliono n sacco di saldiiiiiiiii….?

  • Francesco Tarquinio

    gli interni sono stati disegnati su commissione della page FB “Alfa Project 952” correggete l’ articolo a breve ci saranno altri scoop…

  • Manuele Migliorati che ne pensi di questa?

  • Blbobij

    Too conservative…

  • Antonio Novara

    Vergogna ancora deve uscire state già criticando la Giulia l alfa romeo e l invidia di tutti poi ci lamentiamo Dell Italia siamo prima noi a buttare me…….. sulle nostre cose ma nessuno dice che tante case straniere fanno le stesse macchine da trent’anni? E no quelle vanno bene la 500 e stata copiata da tutti ma nessuno parla quando si rompe una bravo o altro di vetture italiane subito sputtanate ma quando tocca a altre tutti zitti viva Marchionne ottima manovra

  • Giovannino

    Come siamo bravi a distruggere le cose Italiane Bravi