Abarth 695 biposto

di -

Dopo 50 anni ritorna il mito della Abarth 695: al salone svizzero l’esordio della ‘più veloce Abarth di sempre’
Con un motore 1.4 T-jet da 190 CV e 997 Kg di peso, la Abarth ‘695 biposto‘ è la migliore della sua categoria per rapporto peso/potenza (5,2 kg/CV) e per accelerazione da 0 a 100 km/h (soli 5,9 secondi)
Sintesi tra street e racing: è la reinterpretazione stradale della vettura Abarth 695 Assetto Corse impiegata sui più famosi circuiti da gara europei
È la prima vettura stradale al mondo, attuale e di categoria, equipaggiata con cambio a innesti frontali con comando ad H
La ‘695 biposto’ eredita dal mondo Racing: intercooler frontale, sistema scarico Akrapovic, ammortizzatori regolabili Extreme Shox, ‘data logger’ digitale MXL, sedili Abarth Corsa by Sabelt con cintura 4 punti, sistema frenante Brembo, cerchi OZ da 18 pollici alleggeriti e rollbar posteriore in titanio di Poggipolini
Stile mozzafiato per una vettura a 2 posti ‘essenziale’ votata alle performance: cristalli anteriori fissi con sportelli scorrevoli in policarbonato e kit estetico specifico – paraurti, minigonne, passaruota e spoiler – con inserti in carbonio realizzati da Zender secondo le indicazioni del Centro Stile Abarth
Prestazioni in totale sicurezza: ABS, ESP e TTC, differenziale autobloccante a dischi frizione, sistema frenante Brembo di derivazione Racing e ammortizzatori Extreme Shox
Kit speciali per assicurare il massimo livello di personalizzazione

Nel 1964, al Salone di Ginevra, veniva presentata per la prima volta la Fiat Abarth 695. Con 699,5 cc di cilindrata e potenza massima di 30 CV, la vettura raggiungeva la velocità massima di 130 Km/h e ottenne consensi per la sua agilità e versatilità, sia in città che sui percorsi misti. La caratteristica più evidente della Abarth 695 era il miglioramento nella accelerazione: si passava da 60 a 80 Km/h in 5,2 secondi.

Cinquant’anni dopo il marchio dello Scorpione sceglie nuovamente il palcoscenico di Ginevra per portare al debutto la nuova Abarth 695: 190 CV e 997Kg garantiscono alla ‘695 biposto’ il miglior rapporto peso/potenza (5,2 kg/CV) e la miglior accelerazione (da 0 a 100 Km/h in 5,9 secondi) della categoria. Nasce così l’Abarth stradale più veloce mai costruita.

Prestazioni esaltanti da vera supercar

Una sintesi perfetta che si dimostra vincente a partire dalle prestazioni esaltanti: con soli 997 kg di peso e il motore 1.4 T-jet, per la prima volta portato a 190 CV su una vettura stradale, la Abarth ‘695 biposto’ è la vettura con il miglior rapporto peso/potenza (5,2 kg/CV)e la miglior accelerazione (da 0 a 100 km/h in 5,9”) della categoria, raggiungendo una velocità massima di 230Km/h.

È la prima volta in assoluto che, su una vettura ‘street legal’, attuale e di categoria, viene proposto un cambio a innesti frontali (dog ring) con comandi e differenziale autobloccante a dischi e frizioni di derivazione racing, che rende la cambiata talmente immediata che i guidatori esperti non hanno bisogno di usare la frizione salendo di marcia. L’interfaccia con il pilota è una vera e propria opera d’arte: una torretta interamente realizzata in alluminio con selezione delle marce ad H, degna di una vera supercar. Si tratta di un contenuto unico ed esclusivo, realizzato con la competenza nell’ambito di cambi per vetture racing di Bacci Romano, adatta ai guidatori più esperti e proposta in alternativa al cambio manuale a 5 rapporti, abbinato per la prima volta ai 190 CV.