Alonso: “Ferrari sempre indietro, nulla è cambiato”. Sarà vero?

Alonso: “Ferrari sempre indietro, nulla è cambiato”. Sarà vero?

A Fernando Alonso non manca per nulla la Ferrari ma continua a mettere in risalto la sua giusta scelta di approdare in McLaren. Il pilota spagnolo non perde comunque occasione per attaccare la Rossa e lanciare frecciate alla squadra di Maranello.

Dopo il week end di Barcellona, Alonso è stato intervistato ai microfoni di Sky Sports dopo l’ennesimo ritiro, ma neppure la Ferrari, per lo spagnolo, può essere così soddisfatta di questo inizio di stagione di Formula Uno.

“Resto più che mai contento della mia scelta di passare in McLaren. L’anno scorso ero a mezzo minuto-un minuto dalla Mercedes, in Spagna la Ferrari ha preso 43 secondi. Non è cambiato assolutamente nulla. Non è cambiato niente per 5 anni e non volevo che la cosa si ripetesse per il sesto o per il settimo anno”.

In realtà, le cose non stanno precisamente come raccontate da Alonso. Tornando ai numeri si scopre che lo scorso anno in Spagna, Fernando concluse a quasi 90 secondi dalla Mercedes di Hamilton, ovvero un distacco praticamente doppio rispetto a quello della Ferrari di Vettel al Montmelò. Per non parlare di Raikkonen che fu addirittura doppiato.

In questa stagione sono 5 i podi per la rossa (con una vittoria), contro i 2 conquistati in tutto il 2014.

Sarà pure vero che le Red Bull e le Williams sono più in difficoltà rispetto al 2014 e che la Mercedes è sempre lì davanti, ma non possiamo chiudere gli occhi davanti a una Rossa che è certamente migliorata rispetto allo scorso anno. Non riuscirà a vincere il Mondiale, ma costruire le basi per il futuro sarà certamente possibile.

Giungono sempre nelle scorse ore, anche le parole dell’ex presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, che non sono di certo “tenere” verso la Rossa:

La Ferrari sta avendo un pò di fortuna. Quest’anno, tolta la Mercedes, non ci sono rivali. La Williams non è migliorata, la Red Bull è implosa e la McLaren è in crisi. Di fatto la Ferrari comincia ogni gara col podio garantito. Ma la fortuna è inutile se non se ne trae vantaggio”.