Alfa Romeo, 65 anni fa la prima vittoria in Formula 1

Alfa Romeo Formula 1

Oggi ricorre un anniversario quanto mai importante per tutta la storia di Alfa Romeo e, ancor più in generale, per il mondo delle corse. Sessantacinque anni fa, il 13 maggio del 1950, Alfa Romeo vinceva la sua prima gara nel campionato del mondo di Formula 1, il Gran Premio di Gran Bretagna sul tracciato, ancora oggi ben noto agli appassionati del mondo delle quattro ruote, di Silverstone. Alfa Romeo Formula 1

A portare a casa il successo fu Giuseppe “Nino” Farina che conquistò  pole position, vittoria e giro più veloce in gara con la sua Alfa Romeo 158 scrivendo la prima pagina di una storia che continua ancora oggi. Il campionato del mondo di Formula 1 iniziò proprio in quel giorno ed Alfa Romeo fu la protagonista indiscussa della prima gara. Farina, nella stagione del 1950, conquistò altre due vittorie, nel Gran Premio di Svizzera sul circuito di Bremgarten e nel Gran Premio d’Italia a Monza, conquistando, a fine stagione il titolo di campione del mondo di Formula 1 che sarà poi bissato, l’anno successivo da Fangio, campione del mondo con Alfa Romeo nel 1951. Alfa Romeo Formula 1

L’Alfa Romeo 158 che vinse a Silverstone 65 anni fa nacque da un progetto del 1938 e, a causa della guerra, dovette interrompere per molto tempo la sua carriera sportiva. Nel 1950 era però ancora nel pieno del suo sviluppo e dei suoi successi. L’Alfetta montava un motore otto cilindri in linea da 1479 cc con compressore in grado di erogare una potenza massima di ben 300 CV. La versione originale, ovvero quella del 1938, dell’Alfa Romeo 158 raggiungeva una potenza massima di 195 ma i successivi interventi di sviluppo portarono il motore della vettura a toccare i 300 CV garantendo cosi la potenza necessaria per dominare la prima stagione del campionato mondiale di Formula 1.Alfa Romeo Formula 1

L’Alfa Romeo 158 è ancora oggi considerata come l’ultima vettura dell’era ante-guerra dell’azienda milanese che, con la nuova 159, rivinse il mondiale di Formula 1 con Fangio prima di ritirarsi dalle competizioni per concentrare tutte le risorse ed i mezzi a disposizione sulla produzione di auto di serie, un settore in cui Alfa Romeo negli anni successivi ha presentato alcuni veicoli che hanno fatto la storia del mondo delle quattro ruote ed, ancora oggi, rappresentano dei veri e propri capolavori di design e meccanica.